INTERVISTE TENNIS

Eugenie Bouchard: 'Troppi servizi fotografici? Ho fatto qualcosa per meritarmelo...'

-  Letture: 7283

E' da ormai un anno e mezzo che Eugenie Bouchard naviga nelle posizioni relativamente basse in classifica, questa settimana al numero 46 del mondo, lei che nel 2014 è stata quinta. La canadese ha ricevuto e riceve ancora diverse critiche per i troppi impegni fuori dal campo che la condizionano anche fuori.

In un'intervista al Sydney Morning Herald, Bouchard ha ribadito come non veda nulla di strano nell'alternarsi tra tennis e servizi fotografici. "Se riesci a fare risultati come ho fatto io, ora non ne sto facendo ma prima sì, cosa c'è di sbagliato? - ha detto con tono severo Bouchard - Fare risultati ed essere conosciuta fuori dal mondo del tennis facendo diversi servizi fotografici, essendo sulle riviste.

Tutto questo me lo sono guadagnato grazie al duro lavoro. Sicuramente la gente è gelosa, ma allo stesso tempo ciò significa che qualcosa nella vita hai fatto. Per quanto riguarda il circuito, io cerco di stare in una bolla e di fare le mie cose.

Ma non permetterò che i pensieri degli altri o i giudizi mi limitino. Per me il tennis è la priorità numero uno. La gente dice 'fai più servizi fotografici che allenamenti'. Faccio probabilmente meno servizi fotografici delle altre giocatrici.

La gente ti odia a prescindere, ma a me non mi importa." Quando è in giro per i tornei, difficilmente scambia qualche battuta con le altre giocatrici: "Non sono nel circuito per socializzare.

Sono amichevole con le mie colleghe ma nessuna per me è una vera amica. Piuttosto quando sono nel circuito mi concentro sul mio lavoro. È un sacrificio ma i benefici si vedono. Nessuna 22enne che conosco ha le mie capacità e ha fatto ciò che io ho fatto.

Coi grandi sacrifici arrivano i grandi benefici. Ne vale la pena, anche se la mia carriera finisse domani. Ovviamente voglio giocare per altri dieci anni e raggiungere i miei sogni ed obiettivi, ma la mia vita è unica rispetto a qualunque altra mia coetanea normale.

Anche se non vinco nessun match nel circuito, la mia è lo stesso un'esperienza unica." Non tutto è oro quel che luccica nel suo mondo da favola: "Ho ricevuto minacce di morte e avuto anche fans aggressivi.

Purtroppo fa tutto parte del gioco, ma la maggior parte di loro sono molto carini e mi sostengono sempre. Alcuni esagerano e mi dispiace. Per esempio, mi alleno sei ore e poi vedo un film. Cosa posto sui social media? Il momento in cui vedo il film, è logico, mi sembra più carino.

Mi alleno ogni singolo giorno e questo fa parte del mio lavoro. L'80% delle mie giornate sono sul tennis, poi però se posto il 20% dei momenti in cui faccio qualcosa di diverso dicono "perché non ti alleni?" Questo lo trovo non intelligente e deludente." .

RANK #82
Eugenie
BOUCHARD