INTERVISTE TENNIS

Flavia Pennetta: ´WTA Finals un premio alla carriera. Nadal e S. Williams mi hanno chiamata dopo US Open´

-  Letture: 1860

E' stato un post US Open impegnativo per Flavia Pennetta, che dopo dieci giorni di riposo tra Puglia e Barcellona, ha ricominciato a viaggiare: prima per Pechino, poi Tianjin, di nuovo Barcellona, Mosca e finalmente Singapore.

"Non ho dormito così bene - tanti hotel e letti diversi", ha ammesso la campionessa di Flushing Meadows. "Dopo gli US Open pensavo che niente sarebbe stato meglio, ma questo è qualcosa di incredibile", ha detto Pennetta sulla sua qualificazione alle Finals.

"Sono orgogliosa di essere qui. Penso sia bello che dopo anni, dopo così tante partite e tornei e lotte sul campo, avere questo bel premio alla mia carriera." I suoi genitori non hanno visto la finale dal vivo ma verranno a Singapore.

L'umiltà ha sempre contraddistinto Flavia. "Sono sempre rimasta la stessa, non conta se ora sono una campionessa e prima ero la numero 20. Sono ancora Flavia, la stessa. E dico sempre ciao a tutti, buongiorno, e cerco sempre di insegnare ai giovani com'è la vita perchè i giovani a volte non hanno così tanto rispetto.

Quando sono entrata nel tour per la prima volta e ho visto Monica Seles e Jennifer Capriati, il mio cuore batteva in maniera molto veloce. Mi ricordo molto bene, e ora sembra che non sia lo stesso per loro." "Non hanno tanto rispetto per il loro team.

Sembra che tutto sia lì per loro come qualcosa di normale. Ma non è normale. Devi meritarti queste cose. Devi comportarti bene con le persone perchè le persone che conosci quando sei in alto, sono le stesse che incontri quando sei in basso." Pennetta aveva deciso di ritirarsi a fine stagione già a Toronto, 3 settimane prima di Flushing Meadows.

"Forse ecco perchè agli US Open ho giocato così bene - giocavo sciolta. New York è una città pazzesca, un mix di pace e stranezza." Conosce Roberta Vinci da quando era una ragazzina Flavia, e il loro rapporto d'amicizia è rimasto tale addirittura non così tanto tempo prima della finale, quando si sono sedute allo stesso tavolo per mangiare.

Hanno rivelato che sono scoppiate a ridere quando Boris Becker ha detto loro che sarebbero state presto avversarie in una finale Slam. "Normalmente nel tennis femminile non siamo davvero contente quando qualcuno vince.

Siamo un po' - qual è la parola giusta in inglese? Gelose. Ma ho ricevuto messaggi carini da tutte le giocatrici." Alcuni dei più grandi protagonisti del tennis mondiale l'hanno chiamata. Uno dei primi è stato il suo amico Rafael Nadal, che l'ha sentita poche ore dopo la finale, quando a New York erano le 23. "Erano le 5 del mattino in Spagna", ha detto Flavia.

"Conosco Rafa da quando è un bambino. Mi allenavo a Maiorca quando lui non era Rafael Nadal, era soltanto Rafa. Siamo amici:" La seconda in termini d'importanza e di ordine di tempo è arrivata da Serena Williams il mattino seguente.

"Davvero speciale, devo dire. Sapevo che era un brutto momento per lei, ma mi ha chiamata solo per dire, 'Hey baby, sono così contenta per te." .