Azarenka: ´La gamba non è al 100%. Vi racconto la mia estenuante cerimonia d´apertura di Pechino 2008´

Dopo aver battuto Lauren Davis, la bielorussa parla delle sue condizione fisiche e racconta un episodio curioso per lei in Cina

by Luigi Gatto
SHARE
Azarenka: ´La gamba non è al 100%. Vi racconto la mia estenuante cerimonia d´apertura di Pechino 2008´

Dopo aver vinto contro Lauren Davis per 6/2 7/6, Victoria Azarenka ha detto di non essere ancora al 100%. "Ho avuto dolore alla gamba nel match odierno", ha detto Azarenka. "Vedrò come gestire ciò durante il torneo".

La bielorussa, cambiando totalmente argomento ma rimanendo in collegamento con la Cina, ha parlato della sua divertente ma estenuante esperienza alla cerimonia d'apertura dei Giochi Olimpici di Pechino 2008. "E' stato qualcosa di incredibile.

Mia mamma mi aveva detto: 'Devi andarci almeno una volta' Non sono sicura se andrò più a cerimonie d'apertura. E' durata 7 ore. Eravamo nello stadio, ad aspettare. Eravamo la nazione numero 204 a sfilare. Ce ne siamo andati e abbiamo camminato per raggiungere il villaggio [olimpico] perchè era troppo lunga [la cerimonia].

Effettivamente è una storia divertente perchè quando vai lì, entri nello stadio d'atletica. Poi ti dicono di aspettare ore, un'ora e mezza. Invece di aspettare e di riposare, eravamo tutti addossati ed esausti".

"Poi cammini per tre ore perchè sei su una linea. Devi stare lì. Non c'è modo per sederti nello stadio. Perciò ero così stanca. Ce ne siamo andati e abbiamo camminato circa 45 minuti per andare al villaggio.

Quando mi sono seduta nella mensa, erano le 2:00 e avevo la sensazione più incredibile della mia vita. Mi sentivo così bene a sedermi e a riposare. Quando la cerimonia finì, mezz'ora dopo, tipo le 2:30, la mensa era piena. Non c'era posto per sedersi. Tutte gli atleti erano tornati".

Lauren Davis
SHARE