Tsonga: ´Farò di tutto per vincere uno Slam. Sogno di giocare una stagione completa´



by   |  LETTURE 1254

Tsonga: ´Farò di tutto per vincere uno Slam. Sogno di giocare una stagione completa´

E' deluso e amareggiato Jo Wilfried Tsonga dopo la sconfitta in 5 set contro Marin Cilic neI quarti di finale dello US Open. Il francese parla della partita e fa un resoconto della stagione proiettandosi anche verso il futuro.

"Ho dato tutto quello che avevo ma non è bastato. Ci vuole del tempo per voltare pagina, soprattutto perchè era l'occasione per fare bene. Ci si allena tantissimo, ma purtroppo non si vince ogni volta.

Non ho espresso veramente un buon tennis oggi, ma ho combattuto con le armi che ho a disposizione. Per un attimo c'ho creduto perchè lui era calato dal punto di vista dell'intensità del gioco". Se questa è la sconfitta più dura dell'anno: "In fin dei conti quando noi tennisti, e soprattutto io, veniamo sconfitti, viviamo il momento più difficile, quello più critico e dove non hai autocontrollo.

A volte è più dura dopo il match che durante. E' esasperante, fa impazzire (...). Il problema al ginocchio? Non voglio soffermarmi molto su questo, ma dopo il match contro Benoit (Paire, in ottavi di finale, ndr), le cose non vanno molto bene.

Ho dolore al ginocchio. C'ho fatto l'abitudine. Tocco ferro tutto il tempo, ma purtroppo il dolore spesso ritorna". Nel 2015 nonostante tutto Jo, che ha saltato i primi mesi dell'anno per un problema al braccio destro, ha raggiunto la semifinale al Roland Garros e i quarti agli US Open.

E' una stagione soddisfacente? "Il livello di gioco è lì, ma è sempre la stessa storia. Ho l'energia, ma le articolazioni devono tenere. In questo modo riesco a giocare bene. Quando sono sul campo, ho la sensazione che stia facendo progressi tutto il giorno.

La cosa che mi manca è disputare una stagione completa. Sogno di fare una stagione completa". Obiettivi di fine stagione e di lunga durata: "Il Master? No, sono lontano [dal qualificarmi]. L'unica cosa che conta è che io giochi partite e arrivi in fondo ai tornei.

Sono una persona che pensa che se dà tutto, nulla è impossibile. Se vincerò un Grand Slam un giorno? Non lo so. Ma farò di tutto per riuscirci".