Novak Djokovic risponde a Wilander: ´ Puo´ dire cio´ che vuole, non ascolto i suoi commenti´



by   |  LETTURE 4212

Novak Djokovic risponde a Wilander: ´ Puo´ dire cio´ che vuole, non ascolto i suoi commenti´

Novak Djokovic è tornato in patria, a Belgrado, e ha ripreso gli allenamenti in vista del torneo di Dubai. Il serbo ha oggi incontrato la stampa e tanti sono stati gli argomenti trattati tra cui la "tensione" con Murray dopo la finale dell'Australian Open: " Penso che i giornalisti inglesi abbiano un po' modificato le mie parole.

Tra me ed Andy non è mai esistito alcun problema. Da quel giorno non ci siamo più visti ma non appena ci vedremo avremo modo di parlare. Conosco Andy da 12 anni e non mi permetterei mai di fare dei commenti negativi su di lui così come su altri colleghi.

Quella finale è stata estenuante e alcuni comportamenti sono stati dettati dalla situazione." Qualche giorno fa il capitano di Coppa Davis, Obradovic, aveva preso le difese di Djokovic contro gli attacchi di Mats Wilander che lo aveva definito "poco maturo" in alcuni momenti: " Rispetto il suo parere e credo sia inutile parlarne.

Quando sono in campo non ascolto quello che dice. Capisco anche le reazioni al commento che ha fatto perchè ha criticato il mio modo di lottare in campo ma Mats è libero di dire ciò che vuole, ho un buon rapporto con lui dentro e fuori dal campo."

La crisi economica che sta colpendo la Serbia si nota anche nello sport: " La mia sensazione è che il tennis sta morendo in Serbia. Nonostante lo sport abbia ottenuto grandi successi, ogni anno sempre meno bambini si iscrivono alle scuole tennis. Il mio obiettivo è cercare di salvare il tennis e lo sport."