Il Venezuela sogna la Muguruza in Fed Cup



by   |  LETTURE 5546

Il Venezuela sogna la Muguruza in Fed Cup

Il presidente della Federazione venezuelana di Tennis, Luis Contreras, ha chiesto al suo governo di intervenire affinché la talentuosa Garbine Muguruza Blanco decida di difendere i colori della rappresentativa "vinotinto", e non di quella spagnola, in Fed Cup.

Una decisione che, come ha affermato lo stesso Contreras, non sarà economica ma puramente personale. "Se fosse una questione economica, allora giocherebbe per la Spagna", ha spiegato Contreras che spera in uno sforzo governativo così come avvenuto per per la sponsorizzazione del pilota di Formula 1, Pastor Maldonado: "Il tennis è un'altra cosa, ma varrebbe la pena intervenire - ha tenuto a precisare -.

Il Ministero dello Sport dovrebbe prendere in considerazione questa possibilità" La Muguruza Blanco, infatti, è nata nella periferia di Caracas, ma da 14 anni vive in Spagna. Numero 35 del Mondo, deve ancora decidere quale paese rappresentare a livello tennistico.

Anche il capitano venezuelano di Davis, Alfonso Mora, ha chiesto il sostegno del governo: "Siamo ovviamente svantaggiati rispetto alla Spagna. Da noi le imprese interessate al tennis devono versare una parte dei guadagni al Ministero dello Sport, mentre in Spagna sostengono direttamente gli atleti e possono convincere più facilmente i giocatori"

Contreras ha poi ribadito come la decisione finale dipenderà però solo dalla giocatrice: "Garbine è interessata e la questione non è economica, ma solo familiare perché suo padre è spagnolo e sua madre venezuelana.

Solo lei deciderà" Intanto, anche in Spagna si sono entusiasmati alla crescita di questa giocatrice: "Bisogna sostenerla, rispettarla e gioire per i suoi meravigliosi progressi", ha dichiarato Miguel Cardinale, presidente del Consiglio dello Sport spagnolo.

Garbine Muguruza Blanco ha preso tempo e solo a fine stagione annuncerà la sua decisione: "A ottobre o novembre farò sapere cosa farò nella prossima stagione", a dichiarato a Parigi.