INTERVISTE TENNIS

Toni Nadal: ´Come colpire un diritto in topspin´

-  Letture: 11251

Toni Nadal, lo zio-allenatore del numero uno del ranking ATP, ci fornisce alcuni importanti consigli su come giocare un diritto in topspin: Hai bisogno di un buon polso, di un polso veloce: “Devi essere capace di muovere il polso molto velocemente.

Il braccio deve, inoltre, essere rilassato”. Hai bisogno di colpire la palla con molta velocità, in quanto puoi generare una buona rotazione soltanto se la racchetta si muove velocemente. Sii anche sicuro di muoverti verso la palla perché altrimenti rischi di perdere in potenza e in velocità nel colpo: “L'errore più grande che puoi fare quando colpisci un diritto in topspin è muovere la racchetta troppo velocemente in alto.

Così facendo, non verrà fuori un buon colpo. Hai bisogno di compiere quel movimento in avanti. Colpendo verso l'alto otterrai molta rotazione sulla palla e tanto spin ma, quando la palla rimbalzerà dall'altra parte del campo, perderà tutta la sua velocità.

Allo stesso modo, generare troppo spin rappresenta un altro problema. A volte la palla finirà per essere troppo corta; non è facile rimandare una palla profonda dall'altra parte del campo. Quindi, assicurati di muoverti in direzione della palla e cerca di essere sicuro di accompagnarla.

Questa è la chiave". Ricorda che il topspin non funziona bene contro avversari molto alti o su campi in cemento con rimbalzi bassi: “In questo gioco, non esiste un solo modo per essere un buon tennista.

Giocare con tanto spin non rappresenta sempre una buona idea, a causa delle differenti condizioni e degli avversari. Quando giochi contro tennisti più alti – per esempio contro un Del Potro e non contro un Ferrer – il topspin non è così efficace.

Diventa, invece, una buona arma in tornei come il Roland Garros o comunque in tornei su terra battuta, mentre sul cemento, soprattutto quando la palla non rimbalza molto, non rappresenta una buona opzione". .