Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
INTERVISTE TENNIS

´Se giocassi contro Djokovic, vincerei con un triplo 6-0´. parola di Yannick Noah

-  Letture: 5431
by Matteo Starnoni

A trent'anni dalla sua vittoria al Roland Garros, Yannick Noah spiega come il ricordo non o emozioni più come un tempo: " Da allora ho fatto altro nella mia vita. Quello che ho fatto è importante, ma il ricordo non scatena più in me la stessa emozione.

Quel giorno sono entrato nel cuore di tutti i francesi, il loro amore mi ha sconvolto la vita, e di questo gli sono grato." Noah, ultimo francese a vincere un torneo dello Slam, come sempre senza peli sulla lingua, non ha problemi a fare un confronto tra lui e alcuni giocatori francesi del presente come Tsonga, Monfils e Gasquet: " La differenza tra me e loro? Probabilmente io avevo molta più fame di vittorie rispetto a loro.

Questi ragazzi portano a casa i match che devono vincere, ma quando devono fare quel passo in più per arrivare al top si bloccano.." Intervistato sull'argomento l'ex campione transalpino ammette di aver citato in giudizio l'arbitro, che si scusò successivamente con una lettera, che lo aveva accusato di aver fatto uso di sostanze dopanti nel 1983, ma soprattutto spiega il suo rancore verso coloro che non lo hanno supportato quando legò il doping alla Spagna: " Può darsi che prima o poi qualcosa salterà fuori.

Mi sono schierato in prima linea su quest'argomento e sono fiero di averlo fatto. Avrò sempre grande rancore per quelle persone che non mi hanno difeso.." Infine Noah dà un suo commento sul tennis moderno e lancia una sfida che difficilmente sarebbe realizzabile: "Non posso compararmi a questi ragazzi, non facciamo nemmeno o stesso sport.

Se giocassi contro Djokovic il mio miglior tennis di trent'anni fa, con le racchette dell'epoca, lo batterei agevolmente 6-0 6-0 6-0. Il tennis di oggi non mi piace, non mi apporta le stesse emozioni che avevo quando a scendere in campo ero io.." .

Powered by: World(129)