INTERVISTE TENNIS

Andy Murray: ´Vincere gli Us Open causa incubi!´

-  Letture: 3035

Andy Murray non ci crede ancora di avere ottenuto la sua prima prova del Grande Slam: "ll momento in cui realizzai di aver vinto gli Us Open fu una notte, quando mi svegliai con i sudori freddi dopo un brutto sogno."
Così il numero 3 del ranking ha scritto oggi in un articolo per la pagina sportiva della BBC: "Ho avuto alcuni incubi quest'anno.

Ad esempio, due giorni dopo la finale di Wimbledon avevo sognato di averlo vinto. Poi fui costretto ad aprire gli occhi e ad accorgermi che non era vero." confessa lo scozzese, che non sembra ancora essersi del tutto abituato alla grande vittoria a Flushing Meadows, conquistata lo scorso agosto: "Dopo gli Us Open, quando sono tornato a casa, mi sono chiesto: è successo davvero? Era una situazione stranissima.

Prima del Roland Garros di quest'anno avevo chiesto al mio coach Ivan Lendl se la mia vita sarebbe cambiata se avessi vinto uno Slam. Lui ha ne ha vinti ben 8 e mi ha parlato a lungo della sua esperienza, ma di rimanere positivo e concentrato sino a quel momento.

Di certo il mio trionfo non ha cambiato minimamente i rapporti con i miei cari." Murray, impegnato questa settimana nelle Atp Finals di Londra, si dichiara inoltre felice di avere vinto la sua partita, nella giornata di ieri, contro Thomas Berdych: "Ho iniziato alla grande con Berdych, ma è stata molto dura.

Tutti i prossimi match saranno così." Andy infine accetta di rispondere a qualcuna delle domande inviate dai suoi fan tramite Twitter: Qual è il tuo film preferito di James Bond?
"Missione Goldfinger. Mi piacciono molto i film dell'agente 007, e ho visto anche l'ultimo.

Ho anche conosciuto Sean Connery una volta." Pensi che il prossimo sia l'anno della svolta per il tennis inglese maschile e femminile?
"Credo che dovrai aspettare ancora per qualche anno.

Abbiamo quattro ragazze nella top 100. Laura Robson e Heather Watson hanno avuto una stagione straordinaria e potranno crescere. Tra i maschi siamo molto forti nel doppio, ma nel singolare dobbiamo ancora crescere. Però abbiamo ragazzi molto promettenti fra i juniores." Chi è il tennista del presente o del passato con cui vorresti giocare più volentieri?
"Ora che lavoro con Ivan Lendl mi piace tantissimo giocare con lui.

Quando ero ragazzo però seguivo Andre Agassi e mi mancò molto quando simise di giocare. Mi sono allenato con cui qualche volta, è stato bello!" Qual è il luogo sede di un torneo Atp che ami di più?
"Mi piace andare a Miami perché ho una casa lì e mi piace molto la città.

Anche Melbourne è un gran posto: l'Australian Open è sempre un grande evento, le persone molto gentili". Chi ti ha ispirato di più: Alex Ferguson o Sean Connery?
"Direi Alex Ferguson, perché è una grande personalità nello sport, e la motivazione che ha sempre messo in quello che faceva è ammirevole.

Comunque mi piacciono molto i film di Bond, Sean è il migliore. Mi piace quando entrambi guardano i miei match." Qual è la cosa che ami mangiare di più durante un giorno di riposo?
"Amo il buon gelato!" .