Mouratoglou-Serena Williams, addio in vista? Spunta l'inaspettato indizio



by   |  LETTURE 2520

Mouratoglou-Serena Williams, addio in vista? Spunta l'inaspettato indizio

La ventitré volte vincitrice di titoli del Grande Slam Serena Williams è ormai ferma da diversi mesi e tra gli appassionati insorge il dubbio se la quasi quarantunenne tennista tornerà nuovamente in campo.

La leggenda americana, per diversi mesi, ha inseguito il sogno 24° Slam, ma si è sempre fermata sul più bello ed è ora ormai alle battute finali della sua grande carriera. Nelle ultime ore è spuntata una vera e propria bomba nel mondo del tennis: il noto coach Patrick Mouratoglou, allenatore tra gli altri di Stefanos Tsitsipas ed appunto di Serena Williams, ha rimosso dal suo profilo la dicitura di tecnico di Serena Williams.

Non ci sono ancora annunci ufficiali, ma sul rientro in campo di Serena ci sono tantissimi dubbi. L'ultimo match della minore delle sorelle Williams si è disputato nel torneo di Wimbledon, Slam che la tennista più volte ha conquistato, e dove si è ritirata nella sfida contro Aliaksandra Sasnovich.

La tennista, scivolata sull'erba, ha visto aggravarsi il suo problema al ginocchio ed è oramai ferma da mesi, crollata addirittura al 244 posto delle classifiche WTA.

Che futuro per Serena Williams?

Nel corso della sua carriera Serena ha vinto 73 titoli WTA in singolare: 23 di questi sono eventi del Grande Slam (record assoluto nell'era Open, uomini inclusi), rendendola la seconda giocatrice in assoluto ad aver vinto più Major in questa specialità dietro solo a Margaret Smith Court, con 24.

Ora tutti si chiedono se il possibile addio con Mouratoglou possa significare un più importante addio al tennis giocato. Serena ancora deve esprimersi precisamente a riguardo ma la tennista ha invece polemizzato sulla squalifica data ad Alexander Zverev.

Il tedesco è stato multato ed ha ricevuto secondo la tennista una pena troppo 'leggera' A riguardo Serena ha commentato: "Non ho dubbi che ci sia un atteggiamento diverso e doppio. Se io avessi fatto quello che ha fatto Zverev la settimana scorsa, io ora sarei in galera.

Non sto scherzando, ma tutt'altro. Quando vedi cose del genere nel circuito pensi a cosa sarebbe successo se ci fossi stata io al suo posto. Non voglio pensarci e preferisco non parlarne, ma questa è la mia opinione"