Nessuno dei Big 3 sicuro di essere agli Australian Open: situazione ‘surreale’



by   |  LETTURE 6058

Nessuno dei Big 3 sicuro di essere agli Australian Open: situazione ‘surreale’

Un torneo del Grande Slam senza i Big Three, che hanno dominato la scena del tennis negli ultimi 20 anni. Una frase stranissima e clamorosa, che però ha una piccola possibilità di poter diventare realtà.

Sorprende certamente tutti gli appassionati e addetti ai lavori, ma al momento nessuno tra Novak Djokovic, Rafa Nadal e Roger Federer è sicuro di partecipare agli Australian Open, primo torneo prestigioso della prossima stagione 2022.

La situazione è surreale, per trovare l’ultima competizione del Grande Slam senza i tre campioni bisogna andare indietro di tantissimi anni, addirittura al 1999: quell’edizione degli Us Open non ha avuto i vincitori di 20 titoli Major ciascuno, vinta peraltro dallo statunitense Andre Agassi (fu l’ultimo trionfo a Flushing Meadows dopo quello del 1994), poi striscia lunghissima e apertissima visto che negli Australian Open del 2000 è stato al via lo svizzero, spingendosi fino al terzo turno.

La situazione sui Big Three

L’unica cosa certa è l’assenza di Roger Federer alla tournée australiana: già cancellato dall’entry list, il 40enne di Basilea è ancora alle prese con il recupero dal lungo infortunio, con la speranza di poter tornare presto sul campo ad allenarsi e poi nelle manifestazioni agonistiche (il giocatore svizzero si augura in estate, per timbrare la sua presenza a Wimbledon).

Anche Rafa Nadal non se la passa bene e le probabilità per vederlo agli Australian Open sono calate tantissimo negli ultimi giorni, anche alla luce della positività al Covid annunciata nella mattinata di lunedì 20 dicembre.

Oltre al virus da superare, lo spagnolo non aveva avuto neppure sensazioni ottime durante l’esibizione ad Abu Dhabi al Mubadala World Tennis Championship, perdendo i due match con Andy Murray e Denis Shapovalov e faticando fisicamente.

Situazione più complessa da valutare invece per quanto riguarda Novak Djokovic, che almeno lui è in buone condizioni dal punto di vista fisico. Il dubbio sulla sua presenza è legato alla vaccinazione anti-Covid, che non è mai stata confermata pubblicamente dopo il suo parere contrario alla somministrazione nel corso del 2021.

Il serbo, nel caso non avesse effettuato l’inoculazione di due dosi (non entrambe Sputnik fra l’altro), rischierebbe moltissimo la partecipazione: l’unica chance di andare in terra oceanica diventerebbe quella di superare due commissioni esterne.

I prossimi giorni saranno decisivi per comprendere se Nadal e Djokovic saranno ai nastri di partenza dell’edizione 2022 degli Australian Open a Melbourne.