Feliciano Lopez: "Sinner non è il futuro ma il presente, può vincere Slam"



by   |  LETTURE 2901

Feliciano Lopez: "Sinner non è il futuro ma il presente, può vincere Slam"

In Italia è certamente uno dei temi sportivi del momento e in molti scommettono lo sarà anche in futuro. in questo 2020 abbiamo visto la stella di Jannik Sinner cominciare a brillare nel circuito e il giovanissimo altoaltesino si è tolto la soddisfazione di battere alcuni top Ten in questa stagione e nel finale ha vinto il suo primo titolo nell'Atp 250 di Sofia.

Grazie a questo successo Sinner è l'italiano più giovane della storia ad aver vinto un titolo nel circuito maggiore, ma in tanti sono pronti a scommettere che questo non sarà il suo ultimo record.

L'esperto tennista spagnolo e direttore del torneo Masters 1000 di Madrid Feliciano Lopez ha raccontato ai microfoni di Fanpage cosa davvero pensa del diciannovenne talento scuola Riccardo Piatti e ovviamente sono stati tanti gli elogi per Sinner.

Le parole di Feliciano Lopez per Jannik Sinner

Nel corso dell'intervista Feliciano ha dato parole "al miele" per Jannik dichiarando:
"Penso che Jannik Sinner sia già adesso un grande giocatore, credo che sia pronto, non lo considero il futuro del tennis perché è il presente.

Lui ha già la possibilità di battere i migliori giocatori del mondo e non so se potrà diventare il numero 1, il numero 3 o il numero 5 del mondo. Prevedere una cosa del genere troppo difficile perché ci sono anche tanti altri giocatori di livello, tanti ragazzi nati negli anni ’90 che sono cresciuti davvero tanto.

Ma confermo che Sinner ha un grande potenziale e può vincere dei tornei del Grande Slam" Nel corso dell'intervista Feliciano ha parlato anche della possibilità di disputare il torneo Masters 1000 di Madrid nel 2021: "Purtroppo in questo 2020 non si è giocato, l'edizione 2020 del torneo di Madrid è stata cancellata ma è molto importante per noi che si giochi invece nel 2021 e spingiamo per disputarooba Maggio.

Dobbiamo mettere in piedi la prossima edizione nella speranza che questa Pandemia sia finita e che si possa giocare nelle migliori condizioni possibili"