US Open 2020, ecco le pagelle: Thiem e Osaka sugli scudi, giù Djokovic



by   |  LETTURE 2494

US Open 2020, ecco le pagelle: Thiem e Osaka sugli scudi, giù Djokovic

Dopo un match per lunghi tratti drammatico Dominic Thiem, alla quarta finale in carriera non sbaglia, e si aggiudica l'edizione 2020 degli Us Open, il primo Slam in carriera: l'austriaco è il primo tennista degli anni '90 ad aggiudicarsi uno dei quattro Slam sfatando una vera e propria maledizione.

Nel femminile torna al successo Naomi Osaka, campionessa e vincente su un'ottima Viktorjia Azarenka.

Le pagelle dell'Us Open 2020

Discutiamo insieme con le pagelle dello Slam americano: Dominic Thiem = 9 L'austriaco raggiunge la finale disputando un torneo quasi perfetto e perdendo solo un set nonostante avversari di rilievo come Auger-Aliassime, De Minaur e soprattutto Medvedev, annichilito in semifinale.

In finale è vittima della "paura" per il primo Slam ed è ad un passo dal baratro, ma si riprende sfruttando gli errori dell'avversario e trova finalmente il suo primo e tanto agognato Slam. Alexander Zverev = 7 Il voto è dato soprattutto dal risultato che comunque resta il suo migliore in carriera in uno Slam, ma il tedesco merita parecchie considerazioni: ha un talento incredibile, ma allo stesso tempo mostra sbalzi d'umore e di tennis da psicodramma.

Avevamo avuto preavvisi contro Coric e soprattutto contro Carreno in semifinale, poi il dramma in finale. Avanti due set e di un break contro Thiem, Sascha è preda delle sue paure e perde un'altra grande chance. Ne avrà sicuramente in futuro, ma occorre un'altra testa.

Novak Djokovic = 4 È il grande sconfitto di questi Us Open, sconfitto non sul campo ma soprattutto fuori visto che ancora una volta un gesto sconsiderato (e sfortunato) gli costa carissimo. Il serbo era il grande favorito visto la condizione e le assenze di Federer e Nadal, ha sprecato una chance importante nella corsa agli Slam ed ha fatto ancora una volta parlare di sé negativamente.

Daniil Medvedev 6 = Non è lo stesso tennista che lo scorso anno sorprese tutti ed arrivò ad un passo dal successo con Nadal. Il russo offre un ottimo torneo fino alle semifinali e vince senza problemi contro avversari comunque di caratura inferiore.

Al primo durissimo scoglio in semifinale contro Thiem si mostra forse troppo arrendevole e cade perdendo una grossa opportunità. Matteo Berrettini = 6 Discorso simile a quello di Medvedev con l'azzurro che sembra non essere lo stesso che circa dodici mesi fa raggiungeva le semifinali a New York.

Alterna ottime prestazioni a qualche debacle ed è evidente soprattutto agli Ottavi dove per un set è fantastico contro Rublev, poi un calo fisico e qualche errore di troppo lo portano all'eliminazione. Pablo Carreno Busta = 8 Spesso sottovalutato da tutti gli addetti ai lavori e dai fan del mondo del tennis lo spagnolo è bravo e fortunato a sfruttare la follia di Djokovic (era comunque avanti di un break nel primo set) e abile nella difficile sfida ai Quarti contro Shapovalov.

Pablo arriva ad un passo dalla finale contro Zverev, poi è vittima dei rocamboleschi sbalzi di umore del tedesco. Stefanos Tsitsipas = 4 Il greco appare come lontano parente di quello visto lo scorso anno. Evidenti vuoti mentali e contro Coric trasforma una possibile agevole vittoria in uno psicodramma che gli porta una sconfitta avvenuta troppo presto, soprattutto se parliamo di uno dei principali candidati a prendere il posto dei Big Three.

Nel torneo femminile Naomi Osaka ha conquistato il terzo titolo dello Slam nella sua carriera in finale contro Viktorjia Azarenka. Ecco le pagelle del torneo femminile: Naomi Osaka = 9 Dopo la pandemia la nipponica è totalmente imbattibile.

A Cincinnati solo un ritiro in finale l'ha fermata mentre qui agli Us Open, nonostante qualche piccolo problema soprattutto nei primi turni, ha sfoderato un gran torneo ed ha vinto il suo secondo Us Open in carriera. Viktorjia Azarenka 8 = La bielorussa dopo aver vinto Cincinnati sfiora il clamoroso bis qui agli Us Open.

Grandi prestazioni e vittorie come quella raggiunta in semifinale contro Serena Williams, delusione per la sconfitta in finale, soprattutto per il modo in cui è arrivata. Serena Williams = 6 Svanisce ancora una volta la possibilità dell'americana di raggiungere il 24 Slam ed il record di Margaret Court.

Grinta, qualità e forza per Serena che ha provato in tutti i modi a lottare per vincere, ma come ammesso in conferenza, è stata costretta a cedere in semifinale regalando quasi il massimo del suo repertorio.

Karolina Pliskova = 4 Continua la maledizione Slam per la numero 3 al mondo. In questo torneo partiva da testa di serie numero uno visto le assenze della Barty e della Halep, ma ha mollato quasi subito uscendo al secondo turno del torneo contro Caroline Garcia.