Tennis, continua la scia di contagi: positivo al tampone l'americano Tiafoe



by   |  LETTURE 1614

Tennis, continua la scia di contagi: positivo al tampone l'americano Tiafoe

Continua la scia di tennisti positivi al virus nel circuito Atp. Dopo gli ultimi fatti accaduti all'Adria Tour c'è un nuovo positivo nel mondo del tennis: si tratta del giovane tennista americano Francis Tiafoe, che, mediante, i propri social network, ha annunciato la positività al virus.

Ecco le sue dichiarazioni: "Sfortunatamente ho effettuato il test venerdì scorso e sono risultato positivo al virus. Di conseguenza devo ritirarmi dall'evento speciale All-American Team Cup di Atlanta. Negli ultimi mesi devo dire che mi sono allenato in Florida e che fino a una settimana fa sono risultavo negativo al tampone.

Per l'inizio della prossima settimana ho programmato un nuovo test, ma ho già iniziato a seguire il protocollo per la quarantena come consigliatomi dallo staff medico qui ad Atlanta. Occorre ribadire che la salute e la sicurezza di tutti rappresentano una priorità assoluta"

Ecco i tweet del tennista:

La situazione negli Usa e le ultime news sul virus

Tiafoe ovviamente deve ritirarsi dal torneo, ma ora gli organizzatori devono decidere come comportarsi nel proseguo: questa mattina Tiafoe ha debuttato ed ha battuto il connazionale Sam Querrey, ma in generale il tennista classe 1998 è stato a contatto in questi giorni con diversi suoi colleghi.

C'è il rischio quindi che vi sia una nuova ondata di tennisti positivi al virus, un po' come accadde qualche settimana fa all'Adria Tour. Li, nel torneo organizzato da Novak Djokovic, sono risultati positivi lo stesso numero 1 al mondo (e consorte), Grigor Dimitrov, Borna Coric e Viktor Troicki.

Oltre ai tennisti risultarono poi positivi anche alcuni membri dello staff ed in Serbia si è creato quasi un piccolo focolaio. Dopo l'Adria Tour e ciò che è successo negli Stati Uniti occorre ora capire come si comporterà l'organizzazione mondiale di tennis: tra circa un mese dovrebbe ripartire il circuito Atp, ma allo stesso tempo in America (dove si dovrebbero disputare diversi tornei) la situazione è tutt'altro che semplice ed anzi il numero di contagi cresce giorno dopo giorno.