Ferrer si unisce al coro: "Difficile che quest'anno si possa giocare"


by   |  LETTURE 689
Ferrer si unisce al coro: "Difficile che quest'anno si possa giocare"

La consapevolezza è presumibilmente l’arma più potente che abbiamo a disposizione per combattere l’emergenza coronavirus. Il mondo del tennis resterà fermo almeno fino al tredici luglio, ma come ormai tutti sappiamo lo stop potrebbe essere decisamente più lungo.

O addirittura definitivo per questa stagione. Anche David Ferrer, oggi direttore del torneo di Barcellona, ha provato ad analizzare la situazione. D’altronde la cancellazione dei Championships ha aperto a pochi, pochissimi scenari.

«Credo che il tennis sarà influenzato e cambierà, difficile che quest'anno si possa giocare. Non sono un indovino, ma il tennis alla fine è uno sport globale. Alcune aree possono riprendersi, ma potrebbero esserci delle crisi in altre.

Difficile anche che il mondo il mondo possa essere completamente immune al virus in tempi brevi» Numero quattro del mondo, campione “1000” e finalista Slam. Lo spagnolo nella chiacchierata con i ragazzi di “Radio Marca” ha raccontato anche le dinamiche del ritiro.

«Sono molto contento di come è andato tutto e di come ho salutato il circuito. Volevo finire bene e sono riuscito a farlo. Ho battuto Zverev, che era piazzato tra i primi 10, ho battuto anche Bautista. Ho giocato a un buon livello ed è per questo che sono contento di aver lasciato in quel momento» Photo Credit: Getty Images