Roddick: "Felix Auger-Aliassime ha un potenziale spaventoso"


by   |  LETTURE 1216
Roddick: "Felix Auger-Aliassime ha un potenziale spaventoso"

Non c’è dubbio che tra le grandi attrazioni della ‘Coupe Rogers’ di Montreal vi sia Felix Auger-Aliassime, che proverà ad infiammare il suo pubblico come fece il connazionale Denis Shapovalov due anni fa.

Nel 2017 Auger ricevette una wild card dagli organizzatori, ma fu impossibilitato ad onorarla a causa di un infortunio alla vigilia del torneo. Nel corso di un’intervista rilasciata all’ATP, l’ex numero 1 del mondo Andy Roddick ne ha elogiato il potenziale: “Tre anni fa nessuno sapeva chi fosse Felix Auger-Aliassime, mentre ora, all’impovviso, sembra che sarà la prossima grande promessa.

Vorrei che fosse nato 100 miglia più a sud” – ha scherzato l’americano. “Quello che mi colpisce di lui è la facilità di braccio. Ci sono molti ragazzi nel circuito che sono in grado di tirare davvero forte, ma ce ne sono alcuni – mi vengono in mente Roger Federer e Tomas Berdych – che quando colpiscono hanno una naturalezza impressionante.

Forse non si vede bene in televisione, ma te ne accorgi quando ci giochi contro. Felix sembra uno di quelli. Quando colpisce la palla, non è mai fuori posto” – ha aggiunto A-Rod. Il gioco di gambe è uno dei segreti del giovane canadese: “Felix si muove già davvero bene.

Se si analizzano i giocatori che hanno iniziato a vincere presto, tipo Lleyton Hewitt, Rafael Nadal o Federer, si muovevano ben sin dagli inizi. L’aspetto positivo è che questa caratteristica non si perde con il passare del tempo.

Anche il suo servizio è migliorato rispetto alla scorsa stagione. Sta cominciando a diventare un’arma e questo dovrebbe spaventare gli avversari” – ha concluso Roddick.