Jack Sock è pronto al rientro: "Potrò giocare liberamente"


by   |  LETTURE 1138
Jack Sock è pronto al rientro: "Potrò giocare liberamente"

C’è stato un tempo – nemmeno troppo lontano a dire il vero – in cui Jack Sock vinceva il Masters 1000 di Parigi-Bercy e si qualificava per le ATP Finals. Nonostante alcune lacune evidenti nel suo gioco, il tennista americano era riuscito a guadagnarsi un posto nell’élite del circuito maschile.

Sono passati circa due anni da allora. La carriera di Sock ha subito una svolta radicale, tutto a causa di un’annata da dimenticare, quella del 2018, resa ancora più dolorosa da un fastidioso infortunio al pollice della mano destra rimediato all’inizio del 2019.

Questo calvario sembra finalmente giunto al termine, visto che Jack tornerà in campo davanti al pubblico amico di Atlanta. “È chiaro che la differenza più grande è stata non viaggiare ogni settimana.

Era strano e allo stesso tempo incredibile essere a casa per diversi mesi” – ha dichiarato l’ex numero 8 del mondo al sito dell’ATP. Quello strano problema al pollice avvertito agli Australian Open gli ha creato seri grattacapi: “Se il tappo di una bottiglia è molto stretto, non riesco ad aprirlo normalmente.

La verità è che si tratta di un infortunio che influisce su molte cose, ma ora sono in grado di fare quasi tutto” – ha rassicurato. “La mia mano destra è ancora un po’ ‘fredda’.

Speravo forse di iniziare a giocare un pochino prima, disputare un paio di tornei prima delle US Open Series, ma non ti rendi conto di quanto tu abbia bisogno del pollice nella tua vita quotidiana”. L’attuale numero 180 ATP potrà usufruire del ranking protetto nella seconda metà della stagione: “Sono felice di tornare in campo.

Potrò giocare liberamente, non avrò molta pressione addosso. Se vincerò, sarà fantastico, mentre in caso di sconfitta potrò essere contento di giocare nuovamente. Non mi sentirò troppo afflitto”.