The Boodles, Grigor Dimitrov si iscrive all'ultimo minuto


by   |  LETTURE 2179
The Boodles, Grigor Dimitrov si iscrive all'ultimo minuto

In una stagione che lo sta vedendo infilare una delusione dietro l’altra, Grigor Dimitrov sa di non poter fallire anche a Wimbledon, il Major che gli ha regalato, nel 2014, la sua prima semifinale Slam. Forse questa consapevolezza ha spinto il bulgaro a rivedere la propria programmazione e a decidere, davvero in extremis, di partecipare al The Boodles, il tradizionale evento esibizione giunto quest’anno alla 18ma edizione.

Il classe ’91 aggiunge quindi, da ultimo, il proprio nome a quelli dei tanti giocatori che già da giorni avevano confermato la propria partecipazione: tra questi spiccano Novak Djokovic, che ha esordito oggi battendo il cileno Garin, Stefanos Tsitsipas e Fabio Fognini.

L’ex campione delle ATP Finals ha debuttato al The Boodles nel 2013, dove ha collezionato una vittoria e due sconfitte; nelle due successive partecipazioni, nel 2016 e nel 2018, il bulgaro è invece uscito illibato, avendo sconfitto David Goffin tre anni fa e Stefanos Tsitsipas la scorsa edizione.

Grisha deve riuscire a reagire ad un 2019 davvero negativo. Dopo la cocente sconfitta subita per mano di Tiafoe agli Australian Open, dove nel 2017 aveva fatto semifinale, il bulgaro è stato un oggetto miserioso nella stagione su cemento e su terra, e neanche l’amata erba lo ha sin qui risollevato, anzi: al Queen’s, dove aveva vinto nel 2014, Dimitrov è infatti uscito subito di scena per mano dello scatenato Felix Auger-Aliassime.

Magra consolazione, a Wimbledon il bulgaro non avrà punti da difendere, avendo pagato lo scorso anno un sorteggio decisamente sfortunato, che al primo turno gli aveva messo davanti Stan Wawrinka.