Grande momento per il tennis italiano: si ritorna a giocare a Palermo!


by   |  LETTURE 1483
Grande momento per il tennis italiano: si ritorna a giocare a Palermo!

A distanza di sei anni dall’ultima edizione degli Internazionali di Sicilia del Country Time Club, il grande tennis finalmente torna a Palermo. Per l’occasione è stata realizzata una nuova arena da 2200 posti, così che dal 20 al 28 luglio, le migliori giocatrici del circuito, tra cui anche la n.4 del mondo Kiki Bertens, si sfideranno nel circolo del capoluogo siciliano.

La presentazione della 30esima edizione del Palermo Ladies Open è avvenuta presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma, alla presenza del Sottosegretario con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti, del numero uno della Federtennis Angelo Binaghi, del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, oltre al presidente del Country Time Club Giorgio Cammarata, del capo dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri Michele Sciscioli, del presidente della Camera di Commercio di Palermo ed Enna Alessandro Albanese e il direttore del torneo Oliviero Palma.

"È un momento particolare per il tennis italiano. ha spiegato Giorgetti. Gli Internazionali in corso a Roma, Torino che si è aggiudicata la possibilità di ospitare gli ATP Finals e Palermo che ha questa ambizione di rinverdire i fasti del torneo femminile.

Quando mi è stata presentata questa possibilità ho subito caldeggiato l'iniziativa. Il movimento del tennis italiano è in crescita, con qualche rampante campione che arriverà giusto in tempo per Torino”.

Il sindaco Orlando ha ricordato che quando questo torneo sei anni fa se ne è andato da Palermo tutti ne hanno sofferto, ma che ora non vedono l’ora di ospitare questa nuova edizione con la loro ospitalità.

Anche Binaghi, numero 1 della Fit, era entusiasta: “Speriamo anche che a Monza arrivi un altro Atp 250 e mi hanno detto che a San Marino tornerà il grande Challenger. Il tennis è esploso in tutto il nostro paese ed è un momento che dobbiamo vivere con passione”.