Una poltrona per due: a Wimbledon si deciderà il sostituto di Gimelstob


by   |  LETTURE 704
Una poltrona per due: a Wimbledon si deciderà il sostituto di Gimelstob

Lo scorso Halloween, Justin Gimelstob assaliva brutalmente Radall Kaplan, che stava passeggiando con la sua ex-moglie. La vicenda è ovviamente finita in tribunale, e poco meno di un mese fa Gimelstob è stato condannato a tre anni di libertà condizionale, con 60 giorni di lavori socialmente utile e l’obbligo di frequentare un corso di 52 settimane dedicato alla gestione della rabbia.

Ovviamente la carrera dell’ex tennista statunitense, che al momento dell’aggressione era commentatore di Tennis Channel e membro del Board ATP, è stata pesantemente colpita dall’episodio. Se infatti da un lato Tennis Channel ha messo temporaneamente in aspettativa Gimelstob, dall’altro lo statunitense è stato costretto a dimettersi dalla carica di rappresentante dei giocatori nel Board Atp.

Il lungo elenco di possibili sostituti sembra essersi ridotto a due soli nomi: l’ex tennista ecuadoregno Nicolas Lapentti e l’ex vicepresidente Atp Weller Evans. Nella riunione tenutasi nei giorni scorsi, è stato anche stabilito che la decisione finale su chi tra Lapentti e Evans sostituirà il dimissionario Gimelstob sarà presa tra un mese, a Wimbledon.

Ad annunciarlo è stato il giornalista Ben Rothenberg, che sul proprio account Twitter ha scritto: “Il sostituto di Justin Gimelstob all’ATP Board non sarà deciso stanotte. La scelta tra i due finalisti, Nicolas Lapentti e Weller Evans, avverrà… a Wimbledon. Perchè ciò di cui questa saga ha bisogno è essere ancora più interminabile”.