Fed Cup, Sakkari furiosa: "Arbitri e giudici di linea dilettanti"


by   |  LETTURE 1249
Fed Cup, Sakkari furiosa: "Arbitri e giudici di linea dilettanti"

Infuria la polemica in casa Grecia dopo la sconfitta rimediata in Fed Cup dalle ragazze di Anastasios Bavelas a Bath contro la Gran Bretagna. Nel girone del Group I, comprendente anche Ungheria e Slovenia e nel quale si lotta per un posto nel World Group, le greche hanno rimediato un secco 2-0 in terra inglese, a causa delle sconfitte di Maria Sakkari e Valentini Grammatikopoulou, numero 1 e numero 2 di Grecia, per mano rispettivamente di Johanna Konta e Katie Boulter.

Secondo le ospiti, tuttavia, i match sarebbero stati pesantemente inficiati da arbitri e giudici di linea, giudicati non all’altezza di un simile palcoscenico. “È inaccettabile” ha sbottato Sakkari.

Hanno commesso troppi errori. Non possiamo essere arbitrate da dei dilettanti. Sono gli arbitri peggiori che abbia mai visto nella mia vita. Questo è inaccettabile. Sono terribili, i giudici di linea non avevano mai lavorato in vita loro”.

Anche Grammatikopoulou non ha mancato di farsi sentire. “Sono davvero delusa, è ingiusto giocare così” ha detto la greca. “Boulter meritava di vincere, ma mi piace giocare in modo onesto, è per questo che giochiamo a tennis.

Non ho niente da dire sul suo livello di gioco, ma se devo perdere voglio perdere in modo onesto”. Ad abbassare i toni della polemica ci ha pensato il capitano britannico Anne Keothavong.

"Le decisioni arbitrali non hanno influenzato il risultato dei match” ha detto l’ex numero 48 del mondo. “Ci sono state decisioni sbagliate da entrambe le parti, ma fa parte del tennis, c'era molta tensione e non era facile neanche per loro"

Anche la Lawn Tennis Association, che organizza l’evento, è intervenuta in difesa dei giudici. "I giudici selezionati per questo evento dall’ABTO [Association of British Tennis Officials] hanno tutti lavorato ai massimi livelli della competizione.

I giudici di sedia sono certificati a livello internazionale e selezionati dall’ITF. I giudici di linea hanno lavorato nelle semifinali e finali di Wimbledon, nonchè in molte sfide di Coppa Davis e Fed Cup” ha dichiarato la Tournament Director Rebecca James.