MONDO ITF FUTURES - Gianluca Naso e Marco Bortolotti calano il poker, Edoardo Eremin zar in Slovenia


by   |  LETTURE 1939
MONDO ITF FUTURES - Gianluca Naso e Marco Bortolotti calano il poker, Edoardo Eremin zar in Slovenia

Italtennis esagerata e la bacheca tricolore Itf futures continua ad arricchirsi di titoli. Ad iniziare da Gianluca Naso, (2) vinci tutto e campione acclamato dalla cornice di pubblico che ha accompagnato la settimana del Tennis Club Città dei Mille di Bergamo, F13 Italy su terra battuta con 10.000 dollari di montepremi.

In questo caso, però, calza a pennello la definizione del vincitore bis, con il brillante finalista Alessandro Giannessi a tenere testa nel vibrante epilogo e cedere solo sul filo di lana alla rimonta del quotato siciliano per 46 62 76(3).

Per il 25enne mancino spezzino all’attivo pure l’eliminazione, al debutto, del francese Gianni Mina, numero 1 dell’evento lombardo. Nei quarti da registrare pure le sconfitte di Claudio Fortuna, Matteo Trevisan (8) ed il qualificato Davide Della Tommasina.

Festa completata in doppio, con il titolo conquistato dal trapanese coadiuvato da Giacomo Oradini, 63 36 10-2 nell’ultima fatica sul duo italo elvetico Claudio Fortuna e Riccardo Maiga (3).

Impegno rosa in Veneto, con il Canottieri Challenge Open sulla terra rossa di Padova con ben 25.000 dollari di prize money. Nell’albo d’oro la firma è delle 23enne Paula Ormaechea (4), celeste di Sunchales 249 Wta, brava a superare l’ultima resistenza dell’ungherese Reka Luca Jani, 63 64 il responso.

Finale doppio con due presenze argentine a sfidarsi per il titolo: Maria Irigoyen al fianco di Barbora Krejcikova (1) campionesse per 64 62 sulle protagoniste della finale del singolare, numero 2 del seeding.

Medesima dotazione e superficie in Romania, al Viva Tenis Club di Galati. Traguardo delle semi per Giulia Gatto Monticone (7), sconfitta 64 75 dalla 25enne rumena di Bucarest Alexandra Cadantu, best ranking 59 nel gennaio 2014, ma dopo aver fatto fuori la tennista di casa e numero 1 del seeding Patricia Maria Tig, per 62 57 63.

Ottavi fatali per la qualificata Anna Giulia Remondina, 61 67(2) 63 dalla macedone Lina Gjorcheska. Per quanto concerne i tornei femminili con 10.000 dollari in palio, prosegue incessante l’attività in Egitto sul sintetico del Jolie Ville Maritim Golf di Sharm El Sheikh.

Sugli scudi Alice Matteucci, testa di serie numero 1, regina in virtù del 64 62 all'attivo in finale contro l’australiana Sara Tomic (8). Sfida per il titolo avara di soddisfazioni per Gaia Sanesi, nel IV Circuito Credito Real congiunto, sui campi hard messicani di Manzanillo.

Fra la gioia del terzo alloro Itf in bacheca e la 23enne toscana di Prato, numero 2 della vigilia, l’ultimo insormontabile ostacolo è stata la 22enne Giuliana Olmos, messicana nativa di Schwarzach in Austria, regina con un perentorio 61 62.

In Israele attenzioni rivolte al Vanessa Phillips International Tournament combined, sul rapido del Kfar Maccabiah Tennis Club di Tel Aviv Ramat Gan. Stop nei quarti per Camilla Rosatello (8) battuta 62 75 dalla quotata israeliana Deniz Khazaniuk (1).

Uomini in azione per contendersi 15.000 dollari sulla terra di Jounieh, F2 Lebanon. Penultimo turno amaro per il veneto Matteo Marfia (7) superato 63 60 dal numero 1 iberico Jordi Samper Montana, in precedenza giustiziere di Francesco Garzelli, periodico 62 il risultato.
Per gli appuntamenti con montepremi da 10.000 dollari su terra battuta, altra performance sbanca tutto a Pantiani, F5 Georgia. Merito di Marco Bortolotti, testa di serie numero 2, bravo a spegnere le velleità di gloria finale del brasiliano Caio Silva (4), con un duplice 75.

Bis in doppio, con il 24enne emiliano sempre protagonista in compagnia di Francesco Moncagatto (1) e trofeo strappato per 63 62 ai danni della coppia polacca Karol Drzewiecki e Jan Zielinski (2).
A Ljubljana, F2 Slovenia, fari puntati sul Tennis Club Sc Savsko Naselje. Fuochi d’artificio e braccia al cielo per il qualificato Edoardo Eremin (5), re per la terza volta in carriera, con il 63 62 rifilato nel match decisivo all’austriaco Pascal Brunner (4).

Da evidenziare, per il 22enne italo russo, il percorso netto senza cedere un set nei cinque incontri disputati. Nulla da fare negli ottavi per Simone Vagnozzi, estromesso dall’austriaco Maximilian Neuchrist (2), 62 63 lo score.
Per concludere, fine corsa nelle semi della Buyuksehir Belediye Cup per Alessandro Bega sul sintetico di Bursa, F23 Turchia.

Il lombardo, numero 3 dei pronostici, si è arreso al dominicano Roberto Cid, 75 26 60 il verdetto.