Miami Open, tanti assenti ed una ghiotta occasione per Musetti e Sinner



by   |  LETTURE 17694

Miami Open, tanti assenti ed una ghiotta occasione per Musetti e Sinner

Da poche ore è iniziato l'Open di Miami, primo Masters 1000 della stagione. Sarà un torneo abbastanza anomalo, giocato 'in solitudine' prima dell'inizio della terra battuta e vedrà una situazione anomala rispetto al passato.

Sono circa 30 gli assenti tra i tennisti della Top 100, in particolare fanno scalpore le assenze dei Big Three con Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal che non saltavano in contemporanea un Masters 1000 addirittura da Parigi Bercy del 2004.

Oltre a loro nella Top Ten altre illustri assenze sono quelle di Dominic Thiem, apparso in difficoltà in questo inizio di stagione e del nostro Matteo Berrettini, ancora infortunato dopo lo strappo addominale subito nel corso degli Australian Open.

Nel circuito i favoriti del torneo sono i soliti, il russo Daniil Medvedev, vista l'assenza di Djokovic, è il principale favorito ma c'è da fare attenzione ai finalisti di Acapulco Zverev e Tsitsipas ed ai russi Rublev e sopratutto Karatsev, grande sorpresa di questo inizio di 2021.

Gli occhi dei tifosi italiani saranno rivolti però sopratutto ai tennisti azzurri, apparsi in ottima forma in questo inizio di stagione. C'è curiosità per le teste di serie Fognini e Sonego, per capire le loro condizioni in vista della prediletta stagione sulla terra battuta, ma soprattutto, visto l'assenza di Berrettini, gli occhi dei fan sono rivolti ai due giovani talenti del tennis azzurro, Jannik Sinner e Lorenzo Musetti.

Un tabellone non impossibile

Con tutte queste assenze Jannik e Lorenzo hanno un importante chance in questo Masters 1000, dove ovviamente difficilmente saranno candidati alla vittoria del torneo, ma potranno sicuramente aumentare ancora di più la propria esperienza e magari migliorare la classifica.

Sinner e Musetti stanno vivendo fasi differenti della propria carriera ed hanno ambizioni differenti nel torneo, ma complice un tabellone non impossibile possono sicuramente fare molto bene. Sia Sinner che Musetti non hanno punti da difendere qui a Miami ed ogni successo può 'dare una mano' al loro ranking.

Dopo il Bye al primo turno (è testa di serie) Jannik sfiderà nuovamente il francese Hugo Gaston, giovane interessante ma già abbattuto senza particolari problemi qualche settimana fa a Marsiglia. Al terzo turno per Sinner probabile incrocio contro il russo Khachanov con i due che hanno già diversi precedenti molto lottati ma con Jannik apparso sempre più in crescita e a suo agio contro Karen.

Dagli Ottavi in poi il tabellone proibitivo per l'azzurrino che potrebbe trovarsi davanti gente come Zverev e poi Medvedev, quindi sicuramente i favoriti del torneo. Ambizioni diverse ma sicuramente un calendario interessante anche per Lorenzo Musetti che nella giornata odierna debutterà contro l'americano Mmoh, numero 181 al mondo e sicuramente avversario non irresistibile per il Lorenzo che abbiamo ammirato ad Acapulco.

In caso di vittoria per Musetti c'è Benoit Paire, tennista francese, testa di serie, ma reduce da un momento di forma psicofisica disastrosa con diverse sconfitte subite consecutivamente. Non è semplice ma sicuramente poteva andare peggio ad un tennista in netta crescita come Musetti che si troverà in caso di vittoria al terzo turno un avversario tra Garin e Cilic, ostacoli duri ma in calo rispetto al passato e che potrebbero (magari sognando) spalancargli le porte di un fantastico Ottavo contro Andrey Rublev.

Esperienza e soprattutto punti in classifica da non sottovalutare per i due azzurri che rappresentano il futuro del tennis nostrano e non, ma che vogliono sempre più prendere parte al tennis del presente.