Rafael Nadal o Novak Djokovic? Per chi "tifa" oggi Roger Federer?



by   |  LETTURE 5378

Rafael Nadal o Novak Djokovic? Per chi "tifa" oggi Roger Federer?

La finale del Roland Garros 2020 rappresenta una delle partite più importanti della storia del tennis, un vero e proprio spartiacque che traccerà forse in maniera definitiva la via verso la gloria. Rafael Natal, 19 slam di cui ben 13 sulla terra rossa di Parigi, non può che essere considerato il favorito contro Novak Djokovic, sua storica bestia nera e diretto inseguitore con 17 Slam in bacheca.

A guardarli da casa, il convalescente e ormai 38enne Roger Federer, fermo a 20 slam e impossibilitato da Covid e ginocchio a competere in questo strano ma decisivo 2020. A proposito dello svizzero, stretto tra due fuochi, cosa gli converrà sperare dalle ore 15 di oggi pomeriggio? In caso di vittoria dello spagnolo verrebbe raggiunto, è vero, e al netto dei titoli Masters 1000 e dell'oro olimpico in singolare, il discorso GOAT tornerebbe pesantemente in discussione come non mai: Nadal potrebbe chiudere il discorso vincendo le sue prime Finals, mentre lo svizzero spera di bissare gli exploit inattesi di 3 anni fa, quando tornò dall'operazione forte come non mai, e chissà magari chiudere in bellezza alle Olimpiadi di Tokyo.

Lo svizzero nutre però profonda stima e amicizia per Rafa, e non ha invece un rapporto idilliaco con Nole, che in caso di vittoria diventerebbe praticamente irraggiungibile nel ranking fino a marzo, rendendo cosa fatta il superamento del record di settimane in cima alla classifica detenuto da Federer, oltre ad accorciare le distanze con 18 Slam e un anno in meno di Nadal.

A meno di un'esplosione definitiva di Dominic Thiem, che dovrebbe fare incetta di titoli fino a marzo, alla luce della decisione dell'Atp di prolungare lo stop del ranking fino a marzo, solo Nadal può concretamente pensare di superare il serbo in classifica alla luce dell'assenza di punti in scadenza.

Per Djokovic erano tanti, fra Bercy e Dubai con l'Australian Open di mezzo, il serbo è stato in un certo senso favorito dal Covid ma d'altro canto si è dimostrato nettamente il più continuo. Chissà se Roger oggi pomeriggio penserà a tutto questo e "tiferà" per uno dei due, spegnerà la televisione dedicandosi ai propri figli o più semplicemente non farà altro che godersi lo spettacolo del Philippe Chatrier.