Ecco la nuova Atp Cup per il 2020, la risposta alla Davis Cup di Piqué


by   |  LETTURE 2503
Ecco la nuova Atp Cup per il 2020, la risposta alla Davis Cup di Piqué

Dal nostro inviato a Londra

Stiamo per assistere a una rivoluzione e, come tale, anche a una battaglia. L’Atp batte un colpo forte e risponde con la nascente Atp Cup all’altrettanto nascente Kosmos-Davis Cup voluta fortemente da Pique.

In una sala cinematografica del multisala della sconfinata O2 Arena londinese una conferenza stampa congiunta coi due numero uno dell’Atp – quello dell’organizzazione, Chris Kermonde, e quello del ranking, Novak Djokovic – assieme a capo di Tennis Australia e direttore dello Slam di Melbourne, Craig Tiley, e John Isner viene presentata e lanciata ufficialmente la nuova competizione a squadre nazionali che vedrà la luce nel gennaio del 2020 (dal 3 al 12).

Ventiquattro nazioni rappresentate, divise in sei gironi da quattro, sparse in tre città australiane per 10 giorni e con in palio 750 punti Atp al vincitore e, soprattutto, soldi, tanti soldi: un prize money da 15 milioni di dollari. Ogni nazione si qualifica in base al ranking, anzi in base al ranking del numero uno di ciascun paese. I primi 24 giocatori di ogni nazione rappresenteranno, dunque, il paese assieme ai colleghi, sfidando i team avversari in tre partite per volta: due singolari e un doppio.

Durante la presentazione, oltre a immagini decisamente ben montate degli ipotetici futuri protagonisti, sono apparsi dei videomessaggi di moltissimi protagonisti del circuito, tutti concordi ed entusiasti nel prendere parte alla nuova Atp Cup. Dai mostri sacri come Federer, Djokovic passando per top player quali Zverev, Anderson, Cilic e Thiem, fino ad arrivare alle rising star come Tsitsipas, Tiafoe, De Minaur e Fritz.

Insomma, un successo annunciato stando a sentire cosa dice l’Atp. Del resto, è difficile che l’oste dica che il vino è cattivo. Anche se, obiettivamente, Kermonde e soci hanno tutte ragioni buone per confidare nel successo dell’Atp Cup. Tre su tutte: collocazione temporale e geografica – perché tutti vogliono iniziare l’anno in Australia in vista di Melbourne – soldi e punti Atp in palio.

È piuttosto facile comprendere come questa dell’Atp Cup sia la risposta alla Kosmos-Davis Cup di Pique e ci sono ottime basi per ritenere che tale risposta sarà vincente.