La lezione di civiltà di Halep e Wozniacki ai furbi delle scommesse



by   |  LETTURE 3399

La lezione di civiltà di Halep e Wozniacki ai furbi delle scommesse

Alzi la mano chi vorrebbe incontrare Serena Williams in semifinale piuttosto che Ana Ivanovic. Alzi la mano chi preferirebbe offrirle la rivincita in un'ipotetica finale, dopo averle rifilato un 6-0 pochi giorni prima.

Rischieranno di pagarla a caro prezzo, i più pateticamente furbi le derideranno, semmai succederà. Ma l'esempio di sportività messo in atto ieri da Simona Halep e Caroline Wozniacki è un qualcosa che merita di essere evidenziato, a maggior ragione di questi tempi.



La Halep era già sicura della qualificazione e del primo posto nel suo girone. Alla Ivanovic serviva vincere in 2 set. La romena, comprensibilmente rilassatasi dopo un parziale di 5-2, ha subito la rimarchevole rimonta della serba, prima di mettere a tacere cattive ed inadeguate vocine che già aleggiavano nelle menti dei più maliziosi.

Che poi..a discorso qualificazioni definito ha anche perso.
Già Sharapova aveva chiuso con onore il suo torneo mettendo nei guai Radwanska. Ma qualche ora dopo Caroline Wozniacki è andata oltre: già sicura del passaggio del girone, perdendo con Kvitova avrebbe evitato di incontrare Serena in semifinale.

Ha stravinto. Chi gliel'ha fatto fare?
E' una questione di civiltà
. E' bello che arrivino esempi importanti in questo senso in un'epoca sociale che di coscienza ne mostra sempre meno. Bisogna evidenziarli, condividerli, bisogna che l'onestà vada di moda, deridere chi onesto non lo è.

Ed è bello che arrivino dalla Wta, scambiata da troppi per banale covo di veline, per l'ennesima volta invece sinonimo di Sport.
"Sì, ma vincendo un match di round robin guadagnano soldi e punti".

E' vero, ed è anche una soluzione intelligente per i meno corretti. E allora viene da porsi delle domande, da esprimere delle richieste:
I montepremi dei tornei continuano ad aumentare: perchè non destinare una porzione più ampia del bottino per i primi turni?
Perchè permettere che si possa scommettere legalmente (termine forzato) su eventi minori come futures e challenger?
E' stato dimostrato dalle intercettazioni, scoprendo peraltro l'acqua calda, che basta architettare per bene anche solo un set per guadagnare più di quanto si potrebbe fare col trofeo dei suddetti tornei in mano.

A quel punto, i furbi delle scommesse non potrebbero più vendere neanche la loro dignità da due soldi.