IL TENNIS DA´ I NUMERI! Da Metz a...Londra



by   |  LETTURE 4621

IL TENNIS DA´ I NUMERI! Da Metz a...Londra

- Jerzy Janowicz raggiunge a Metz i quarti di finale, sconfitto da Gael Monfils 6-3 6-4.
E’ il 4° QF della sua stagione dopo Montpellier, Rotterdam e Winston Salem. Il suo bilancio stagionale parla di 23 vittorie in 45 partite giocate, ma un rimarchevole 8 successi negli ultimi 11 match (72.7%) che è tutto un altro andare rispetto al 15 su 34 fatto registrare nella prima parte dell’anno (44.11%).

Per me resta meteora la sua finale a Bercy e soprattutto la sua SF a Wimbledon - Jo-Wilfried Tsonga incassa a Metz (torneo vinto da lui in due occasioni) la 16° sconfitta della sua stagione su un totale di 51 partite (35-16 il bilancio).

Il vincitore dell’Open del Canada è in lotta per andare al Masters ma ha bisogno di un exploit importante da qui fino a Bercy, altrimenti Londra rimarrà una chimera quest’anno. La sua sconfitta contro il giocatore del momento, David Goffin, 1-6 7-6 7-5, è la 3° in carriera a Metz dove ha un brillantissimo bilancio di 14 successi in 17 match.
Per dare una sentenza forse è presto, ma ha poche possibilità di entrare negli 8.

- Gael Monfils perde da Sousa la sua 4° semifinale raggiunta in stagione (la prima l’aveva raggiunta nella prima settimana del 2014, a Doha, dove poi perse la finale con Nadal).
47 partite finora giocate con una percentuale del 70% di successi (33 vinte e 14 perse), mentre a Metz il suo ruolino in carriera ci dice di 15 successi in 19 partite, con sole 4 sconfitte al passivo.
Spettri di infortunio al ginocchio, che dovrà scongiurare perché può essere un uomo forse decisivo per la Coppa Davis, finale a Lille nel tardo novembre.

- Jan-Lennard Struff, il 24enne tedesco, ora n°52 del mondo, alto 1.96m e pesante 87 kg (peso piuma insomma…) firma la semifinale n°3 del suo 2014 (una giocata e persa contro Fognini a Monaco di Baviera 4 mesi fa) confermandosi in un buonissimo anno per lui.

Il bilancio è in rosso nel circuito maggiore (13 successi contro 16 sconfitte) , ma per uno abituato di soli Challenger fino a poco tempo fa, tutto sommato niente male. - Joao Sousa, che ricordiamo è tutt’ora l’unico tennista portoghese in campo maschile ad aver vinto un titolo nell’Era Open (dal 1968) raggiunge la sua 3° finale in carriera nel torneo di Metz, dopo il suo successo (l’unico appunto) a Kuala Lumpur nel 2013 e un'altra finale, persa, a Bastad quest’estate, contro Pablo Cuevas.

La perderà rimanendo a 1 come titoli vinti, rimediando la 30° sconfitta della sua stagione (in 53 partite giocate). - Caroline Wozniacki perde a Tokyo la sua 37° finale in carriera (15° persa), la 2° consecutiva in questo 2014 dopo quella più pesante dell’Open degli Stati Uniti.

E’ la 3° finale stagionale per lei, avendo giocato e vinto anche quella di Istanbul ad aprile. - Ana Ivanovic trionfa a Tokyo battendo la Wozniacki : titolo n°15 della sua carriera, il 1° in Giappone a Tokyo ed il 7° conquistato sul cemento all’aperto (quasi la metà dei suoi trionfi).
Si tratta del 4° titolo stagionale con un bilancio di 52 successi e 14 sconfitte.

- David Goffin è la sorpresa dell’anno, almeno degli ultimi 3 mesi.
Il belga ha vinto a Metz il suo 2° titolo in carriera dopo quello di Kitzbhuel a luglio. Due titoli su due finali giocate, ma soprattutto un incredibile ruolino di marcia di 34 successi in 36 partite compresi anche i Challenger (ne ha vinti 3 consecutivamente dopo Wimbledon).

In finale a Metz ha colto la 50° vittoria della sua carriera nel circuito maggiore. Tolti i Challenger, il suo bilancio è comunque un ottimo 17-2 dopo Wimbledon.
E’ il quarto giocatore nato dopo il 1990 a conquistare almeno 2 titoli in carriera, dopo Raonic, Dimitrov e Tomic.

E’ entrato per la prima volta nei Top35 del mondo, issandosi al n°32. RACE TO LONDON Con tutti i big fermi la corsa al Masters rimane invariata : raccimola la miseria Tsonga che resta a quasi 1.000 punti di distanza dalla qualificazione, con ben 3 giocatori tra lui e la posizione n°8.
Il francese (2.650 punti) è lontano quasi 600 punti da Andy Murray che occupa la posizione n°11, ma quantomeno è l’ultimo giocatore in grado di poter sperare qualcosa, perché da Gulbis in giù sono già tagliati fuori compresi Bautista-Agut, Fognini e Anderson.
Il ligure occupa la posizione n°15.

Novak Djokovic ha 1.130 punti di vantaggio su Roger Federer. Non impossibile, ma davvero difficile a questo punto pensare allo svizzero n°1 del mondo in questo 2014, considerato anche che Nole tornerà in campo a Pechino la settimana prossima con la possibilità di incrementare e considerato anche il possibile (ma non probabile, vedremo) forfait di Roger a Shanghai.
Una speranza potrebbe aprirsi qualora il serbo saltasse Bercy, causa probabile nascita pargoletto attorno quel periodo.

Non è un distacco insormontabile, ma è un vantaggio considerevole.
Ricordiamo sempre che Federer ha anche il bonus dei 150 punti della finale di Davis, che potrebbe rivelarsi superfluo ma anche decisivo in caso di ribaltone.

Attendiamo anche il rientro di Rafael Nadal che dovrebbe tornare, pure lui, a Pechino. Lo spagnolo, che quest’anno ha fatto la storia al Roland Garros infilando la 9° perla della sua strepitosa collana è a quota 6.645.
Per il n°1 credo sia tagliato fuori a meno di miracoli del maiorchino, che sono sempre possibili visto il personaggio.

Un motivo di interesse sarà anche la lotta per l’onore tra Federer e Nadal, chi riuscirà a piazzarsi al n°2. Per fuoriclasse di questo calibro è una posizione che non vale niente, ma per Federer sarebbe importante e soprattutto significativo piazzarsi davanti al rivale in una stagione alla veneranda età di 33 anni.

LA RACE PROVVISORIA 1
Novak Djokovic SRB 8150 - - - - -
2
Roger Federer SUI 7020 - - - - -
3
Rafael Nadal ESP 6645 - - - - -
4
Stan Wawrinka SUI 4795 - - - - -
World Tour Finals Qualification Cut 4715
5
Marin Cilic CRO 4000 - - - - -
6
Kei Nishikori JPN 3675 - Kuala Lumpur R16 - 3675 3845
7
David Ferrer ESP 3535 - Shenzhen R16 - 3535 3695
8
Tomas Berdych CZE 3510 - - - - -
9
Milos Raonic CAN 3425 - - - - -
10
Grigor Dimitrov BUL 3335 - - - - -
11
Andy Murray GBR 3155 - Shenzhen R16 - 3200 3405
12
Jo Wilfried Tsonga FRA 2650 - - - - -
13
Ernests Gulbis LAT 2400 - Kuala Lumpur R16 - 2400 2605
14
Roberto Bautista Agut ESP 1830 - - - - -
15
Fabio Fognini ITA 1770 - - - - -