Davis Cup Finals - Impresa Italia: Fognini e Bolelli regalano la semi, USA ko



by   |  LETTURE 2590

Davis Cup Finals - Impresa Italia: Fognini e Bolelli regalano la semi, USA ko

Sì, è successo davvero. Nonostante le assenze di Jannik Sinner e Matteo Berrettini, l'Italia di Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego, Fabio Fognini e Simone Bolelli supera il setaccio dei quarti di finale nelle Davis Cup Finals.

Più netto di quanto appaia il 2-1 finale contro gli Stati Uniti. Dopo la parità alla fine dei singolari (con protagonista assoluto Sonego, che batte Tiafoe in due set) il doppio composto dai 'chicchi' si impone contro Jack Sock e Tommy Paul.

Preferito sia a Taylor Fritz, che aveva vinto in singolare contro Musetti sempre in due set, ma soprattutto a Frances Tiafoe. Filippo Volandri non sbaglia le scelte, cosa che Mardy Fish fa, dà la carica giusta e alla fine supera il primo taglio della fase a elminazione assolutamente contropronostico.

Finisce 6-4 6-4 l'ultima partita: per l'Italia la sfida con la vincente di Germania e Canada. Sulle carta, questa volta, due squadre assolutamente alla portata degli azzurri capitanati da Filippo Volandri.

Impresa Italia: Fognini e Bolelli completano l'opera contro gli USA

Gli equilibri sono inevitabilmente regolati dal servizio.

Con Fognini costretto ai vantaggi in apertura di match. Paul, anello debole della catena di montaggio statunitense, condensa la stragrande maggioranza degli errori sul 4-4. O meglio: dopo una splendida risposta bloccata di Bolelli commette un doppio fallo e poi lascia troppo spazio a Fognini nei pressi della rete.

Fognini, che risponde in vano a una terza chance per il break, sulla quarta possibilità a disposizione vince il corpo-a-corpo contro Sock nei pressi della rete, con lo statunitense che spara in rete a velocità supersonica una volée piuttosto comoda.

Circostanziale, nonostante un doppio fallo, il turno di battuta finale per Bolelli, che chiede e ottiene il sostegno della prima palla nel momento di massima difficoltà: sul 15-30. Un break sul 3-3. Tanto basta a Fognini e Bolelli per mettere il punto esclamativo sulla sfida e per superare il setaccio dei quarti di finali nelle Davis Cup Finals.

Gli ultimi due turni di battuta sono assolutamente necessari, con Paul e Sock che non trovano armi sufficientemente necessarie per rientrare in carreggiata. Photo Credit: Getty Images