La Davis Cup sceglie gli Mvp della fase a gironi: c'è anche Berrettini

La Davis Cup ha ufficializzato, tramite i suoi profili social, i quattro mvp della fase a gironi appena conclusa

by Alessandro Maggi
SHARE
La Davis Cup sceglie gli Mvp della fase a gironi: c'è anche Berrettini

La Davis Cup ha ufficializzato, tramite i suoi profili social, i quattro mvp della fase a gironi appena conclusa: c’è anche il nostro Matteo Berrettini.

Matteo Berrettini mvp, e non solo

Dopo la comunque buona prova allo US Open, condizione in crescendo per Matteo Berrettini, assolutamente dominante nella fase a gironi di Davis Cup, competizione in cui mancava dal 2019.

L'organizzazione della competizione non ha avuto dubbi, inserendo l’azzurro tra i quattro mvp, il migliore in quel di Bologna. Per lui tre successi su tre partite, contro Elias Ymer, Sebastian Baez e Borna Coric (unico a strappare un set al romano).

Ora Matteo si concentrerà sull’ATP 250 di Firenze, al via il prossimo 10 ottobre. Anche per le gare di Amburgo tocca ai rappresentanti di casa. Spazio all’unica coppia di doppio selezionata, quella formata da Kevin Krawietz e Tim Puetz.

E non potrebbe essere altrimenti, visto che la coppia ha portato a casa sempre il punto decisivo per la vittoria in tre sfide molto appassionanti. Particolarità statistica anche i tre set giocati con Francia e Belgio, mentre con l’Australia è “bastato” un doppio 6-4.

Maratone da Davis che hanno trascinato la Germania ai quarti di finale con il Canada. In quel di Valencia è proprio un canadese, Felix Auger-Aliassime, il migliore. Il numero 13 del mondo è partito con il ko contro il sudcoreano Kwon Soon-woo, poi ha cambiato marcia.

Per lui due successi in singolare, pesantissimo il 2-1 rifilato a Carlos Alcaraz indolo di casa, e due in doppio, prima del riposo nell'ultima giornata a qualificazione acquisita. Da sottolineare come Auger-Aliassime avesse eliminato nel 2021 Carlos Alcaraz dallo US Open: il match era 6-3, 3-1 prima che lo spagnolo si ritirasse per un problema muscolare.

Chiusura per Botic van de Zandschulp, vera sorpresa a Glasgow. Il numero 35 del mondo ha battuto nell’ordine il kazako Aleksandr Bublik in tre set, il britannico Cameron Norrie (che lo aveva sconfitto a Montreal) in due e l’americano Taylor Fritz in due. Semplicemente decisivo per trascinare i Paesi Bassi ai quarti di finale con l’Australia.

Davis Cup
SHARE