Matteo Berrettini alza la voce: "Anno complicato, ora posso riscattarmi un po'"

Matteo Berrettini è tornato in Italia dopo la sconfitta con Casper Ruud nei quarti di finale dello US Open. Nella mente, la Davis Cup

by Alessandro Maggi
SHARE
Matteo Berrettini alza la voce: "Anno complicato, ora posso riscattarmi un po'"

Matteo Berrettini è tornato in Italia dopo la sconfitta con Casper Ruud nei quarti di finale dello US Open. Nella mente, la Davis Cup: «Per riscattarmi. La squadra è pronta» le sue parole a Sky.

Matteo Berrettini, l’attesa di una nuova battaglia

Nella mente la Davis Cup, nel cuore l’eliminazione per mano di Casper Ruud dai quarti di finale dello US Open.

Un 2022 non semplice per “The Hammer”, passato per i successi sull’erba di Stoccarda e del Queen’s, ma anche per grandi amarezze, come il forfait obbligato a Wimbledon. Rientrato in Italia, Berrettini ha assistito giovedì sera al successo dell’Italia sulla Gran Bretagna ad Eurobasket 2022, in un Forum d’Assago che gli ha dedicato una standing ovation colma di affetto.

Gli obiettivi, tuttavia, sono sempre uno stimolo, come conferma il giocatore ai microfoni di Sky: «E’ stato un anno complicato, con momenti difficili. Adesso voglio usare la Davis per riscattarmi, la squadra è pronta, e Jannik ha giocato una grande partita (riferimento alla sfida con Alcaraz a New York, ndr).

Siamo pronti». Un po’ di ovvia pressione su una squadra di livello: «Credo che sia una pressione giusta e naturale. Ma siamo anche una squadra giovane, che ha bisogno di tempo per mettersi in gioco, formare un gruppo che faccia la differenza».

E ancora un piccolo pensiero alle ATP Finals: «La speranza è sempre l’ultima a morire. Ho fiducia nei miei mezzi, ma non dipende solo da me». Matteo Berrettini ritroverà la maglia azzurra dopo 3 anni, complice qualche infortunio di troppo.

Gli azzurri affronteranno, a Bologna, il 14 settembre la Croazia, il 16 l’Argentina e il 18 la Svezia. Dopo “The Hammer” si concentrerà sull’UniCredit Firenze Open, in programma dal 10 al 16 ottobre sul cemento.

L’Atp torna nella città Toscana dove mancava dal 1994 per un torneo 250 che potrebbe rappresentare una delle ultime importanti speranze in vista della difficile opzione Masters.

Matteo Berrettini Casper Ruud Us Open
SHARE