Croazia felice del successo, Cilic: "Sinner è incredibile, ha ampi margini"



by   |  LETTURE 9266

Croazia felice del successo, Cilic: "Sinner è incredibile, ha ampi margini"

Marin Cilic ha servito per il match, ma non è riuscito a mantenere il servizio ed ha subito inesorabile la rimonta del giovane talento azzurro Jannik Sinner che ha pareggiato i conti della vittoria iniziale di Gojo su Sonego.

Fortunatamente per lui c'ha pensato la coppia di doppio, i numeri uno croati e del doppio composti dal duo Mektic e Pavic che ha battuto senza particolari patemi Jannik Sinner e Fabio Fognini, sconfitti in due set con il risultato di 6-3;6-4.

Al termine della sfida tutta la nazionale croata si è presentata in conferenza stampa e proprio Borna Gojo ha iniziato a parlare: "Pensavo fin dall'inizio di averr maggiori chance di battere Sonego rispetto a Nino Serdarusic e per questo ho chiesto di giocare.

Sono molto contento di questa sfida" Ha continuato il capitano della squadra Vedran Martic che ha dichiarato: "Sono molto felice e orgoglioso della mia squadra, abbiamo giocato molto bene ed abbiamo lottato per il nostro paese"

Le parole di Cilic e dei doppisti

Marin Cilic è l'unico uscito sconfitto dalla sfida ma fortunatamente è andata bene per lui visto che la Croazia ha avuto accesso alle semifinali: "Penso che quella con Jannik sia stata una grande sfida, giocata con alti e bassi naturalmente.

Sono stato molto solido fino a quando ho servito per il match, poi Jannii è cresciuto di rendimento e devo dire che è molto forte. Sono cose che succedono. Dopo la partita mi sentivo abbastanza deluso ma fortunatamente sapevo in ciò che potevano fare sia Mate che Nikola"

Poi ha continuato su Jannik Sinner: "È estremamente giovane e già gioca un tennis incredibile. Migliorerà ancora perché è un gran lavoratore e negli ultimi dodici mesi ha avuto una gran crescita, nessuno sa fin dove può arrivare"

Poi è il turno dei tennisti di doppio, Pavic parla: "All'inizio della sfida avremmo firmato per l'1-1 e giocarci tutto nel doppio. Sentivamo un po' di pressione, ma anche contro l'Italia, come tutto l'anno, abbiamo giocato benissimo.

Eravamo già a Torino per le Finals Atp di doppio e conoscevamo il campo. Ora vogliamo la finale", gli fa eco Mektic che parla del pubblico e ringrazia i pochi ma presenti tifosi croati sugli spalti.