Davis Cup Finals - Sinner tiene vivo il sogno Italia. Cilic ko dopo una partita pazza



by   |  LETTURE 2584

Davis Cup Finals - Sinner tiene vivo il sogno Italia. Cilic ko dopo una partita pazza

Doveva vincere e lo ha fatto. Sui 'come' e sui 'perché' ci interrogheremo con più calma. Jannik Sinner tiene vivo il sogno azzurro alle Davis Cup Finals dopo il passo falso di Lorenzo Sonego contro Borna Gojo.

Anche se per abbattere la resistenza di Marin Cilic ha bisogno degli straordinari. Il gigante croato, che domina per un set e mezzo e che serve con scarsissimi risultati per il match sul 6-4 5-4, stacca completamente nel cuore del terzo set.

Sinner chiude sul 4-6 7-6(4) 6-3 e rimanda qualsiasi discussione al doppio. Dall'altra parte la coppia numero uno del ranking.

Sinner, vittoria pazza contro Cilic e 1-1. Il doppio sarà decisivo

Sinner spinge Cilic ai vantaggi nel corso del game inaugurale e si presenta con turno di battuta perfetto.

La trama si snocciola però in maniera completamente differente. Il numero uno azzurro - che spreca una situazione di 40-15 nel quarto game - condensa la stragrande maggioranza degli errori nel momento più delicato.

E manco a dirlo non trova armi sufficientemente valide per rientrare. Anche se agguanta i vantaggi sul 3-5. Sinner fatica a trovare gli appoggi giusti e a comandare con il dritto da fondocampo. Diventa lo scenario perfetto per Cilic, che muove il gioco dal centro in maniera perfetta e che senza ricorrere agli straordinari si affaccia sul 2-0 anche nel secondo.

Il croato inizia a tentennare a un passo dal traguardo. Manco a dirlo rimette in carreggiata Sinner e accumula due errori piuttosto banali con lo schema servizio-dritto nel sesto game. Sul 2-3. Lo stesso schema, nel momento di massimo pericolo, ritorna comunque a funzionare nel momento del bisogno e vale tre punti consecutivi dal 30-40.

Sinner si complica la vita sul 3-3, con un doppio fallo sul 30-30, ma soprattutto sbaglia con il dritto in uscita dal servizio nella stessa situazione di punteggio nel game di battuta immediatamente successivo. Finita? Macché.

Cilic perde completamente il sostegno della prima di servizio, Sinner in una situazione quasi disperata lascia andare il braccio. Il contro-break è una conseguenza praticamente logica. Il numero uno azzurro, rinfrancanto dalle nuove dinamiche del match, vince il jeu decisif e strappa il servizio al croato in avvio di terzo.

Cilic tampona immediatamente il tentativo di fuga dell'azzurrino - che in una manciata di occasioni pecca di scarsa lucidità - ma soprattutto risale dallo 0-30 anche sul 2-2. Sinner, che comunque riesce a mettere i piedi in campo con continuità, assesta la spallata decisiva nel settimo game e addirittura non concede a Cilic la chance di rispondere sul 5-4. Photo Credit: Getty Images