Davis Cup Finals - La Russia 'butta fuori' la Spagna. Djokovic e la Serbia ai quarti



by   |  LETTURE 2567

Davis Cup Finals - La Russia 'butta fuori' la Spagna. Djokovic e la Serbia ai quarti

La Spagna, orfata di Rafa Nadal e Carlos Alcaraz, non riesce a rientrare tra le migliori otto nelle Finals di Coppa Davis. Fatale la sconfitta con la Russia. Nonostante la storica vittoria di Feliciano Lopez ai danni di Andrey Rublev, i padroni di casa non riescono a ribaltare le gerarchie nella Caja Magica di Madrid.

Daniil Medvedev si sbarazza di Pablo Carreno Busta con un rocciosissimo 6-2 7-6(4) - condito da una super partenza di 5-0 e da un vantaggio di 5-3 anche nel cuore del secondo - il doppio non si accontenta invece di un set (a qualificazione già acquisita) con Rublev e Karatsev che recuperano uno svantaggio importante e chiudono sul 4-6 6-2 6-4 contro la coppia composta da Lopez e Marcel Granollers.

La squadra russa se la vedrà ai quarti di finale con la Svezia ed eventualmente in semifinale con una tra Germania e Gran Bretagna. I tedeschi blindano il primo posto nel girone con la vittoria in doppio ai danni dell'Austria, i britannici firmano invece il 2-1 contro la Repubblica Ceca nonostante la sconfitta di Dan Evans contro il giovanissimo Machac.

Kazakistan avanti con Bublik e Kukushkin: sfiderà la Serbia di Djokovic

Sorride anche, e soprattutto, il Kazakhistan di Alexandr Bublik e Mikhail Kukushkin. Reduce dal 3-0 ai danni del Canada e in rotta di collisione con la Serbia.

La squadra di Novak Djokovic - battuta nel doppio decisivo dalla Germania dopo la vittoria ai danni dell'Austria nella giornata inaugurale - riesce a superare il taglione dei gironi come seconda-seconda. Nello stesso spicchietto di tabellone la sfida tra Italia e Croazia.

Cilic e compagni, che avevano bisogno di una singola vittoria contro l'Ungheria per superare il turno, lasciano per strada solo il primo singolare prima di chiudere con un faticosissimo successo in doppio. Da registrare la vittoria della Colombia ai danni degli Stati Uniti.

La squadra sudemaricana, per garantirsi la chance di rientrare nel gruppo delle migliori seconde, avrebbe comunque avuto bisogno di un nettissimo 3-0. Il 2-1 non si rivela ovviamente sufficiente. Photo Credit: Getty Images