Coppa Davis - Italia, svelata l'avversaria degli azzurri ai Quarti



by   |  LETTURE 5268

Coppa Davis - Italia, svelata l'avversaria degli azzurri ai Quarti

Era nell'aria ma ora c'è l'annuncio ufficiale. L'Italia di Coppa Davis sfiderà ai Quarti di finale della competizione la Croazia, squadra che nella giornata odierna ha chiuso i giochi e si è classificata come prima nel girone che comprende anche Australia e Ungheria.

I croati avevano vinto lo scontro principale nella giornata di giovedi contro L'Australia ed ha chiuso vincendo il primo match della sfida contro l'Ungheria. Il punto decisivo è stato preso da Serdarusic, a sorpresa scelto al posto di Gojo, e vincitore in due set con un doppio 6-4 contro Maroszan, sfida tutt'altro che complicata.

In questi minuti Marin Cilic sta giocando il secondo match contro Piros, ma la sfida è ormai inutile ai fini del risultato. Sarà quindi Italia-Croazia il match che varrà l'accesso definitivo alle semifinali.

In semifinale la vincitrice di questa sfida affronterà la prima delle seconde o la vincitrice del Gruppo B di Davis.

Scontro non semplice per gli azzurri

La sfida dei Quarti non sarà semplice per l'Italia che deve cercare a tutti i costi di chiudere la pratica croata prima del doppio dove i nostri avversari possono schierare la straordinaria coppia composta da Mektic e Pavic, quest'anno vincitori del torneo di Wimbledon di doppio e davvero insidiosi come avversari.

Prima, a meno di clamorose sorprese, Volandri dovrà scegliere chi mettere contro Gojo ed il numero uno croato Marin Cilic. Il tennista è un ex Top Ten ed ex vincitore Slam che si trova però ormai nelle fasi finali della sua carriera, toccherà a Jannik Sinner molto probabilmente arginare in qualche modo i suoi colpi.

Filippo Volandri dovrà invece scegliere tra Lorenzo Sonego, scelto finora nei due match di singolo come numero due e l'esperienza di Fabio Fognini che, in sfide come queste, possono davvero far comodo. Attenzione anche al jolly Lorenzo Musetti che però, in questo momento, appare indietro nelle gerarchie azzurre ma che senza dubbio potrebbe rivelarsi una nuova e interessante opzione.