Davis Cup Finals - La Serbia di Djokovic nei guai. Spagna-Russia sarà decisiva



by   |  LETTURE 3542

Davis Cup Finals - La Serbia di Djokovic nei guai. Spagna-Russia sarà decisiva

La Serbia di Novak Djokovic è nei guai. A complicare i piani del numero uno del mondo, che si sbarazza senza particolari patemi di Jan-Lennard Struff nella parte centrale di giornata, è sostanzialmente Domenik Koepfer.

Che in apertura di programma abbatte parallelamente la resistenza di Filip Krajinovic. La solidissima Germania firma poi il 2-1 con Krawietz e Puetz, che nel doppio decisivo rischiano addirittura di scivolare sotto di due break nel deciding set.

Ovviamente nella sfida contro Cachic e Djokovic. A fare la differenza è il jeu decisif. Da monitorare quindi anche la situazione della Svezia, che nonostante la sconfitta contro il Kazakhistan - che si giocherà il tutto-per-tutto contro il Canada - si qualificherebbe come migliore seconda data una migliore differenza set.

La situazione comunque appare ancora molto complicata.

Spagna-Russia decisiva. Croazia con un piede ai quarti

La Russia di Daniil Medvedev e Andrey Rublev aggancia la Spagna, orfana ovviamente di Rafa Nadal e Carlos Alacaraz, in testa al Gruppo A.

La notizia? Una delle due potrebbe rimanere fuori dalle migliori otto. Lo scontro diretto sarà decisivo. A ogni modo, per il numero due del mondo quello con Gomez si rivela un buonissimo allenamento agonistico: emblematico alla soglia dei sessanta minuti di gioco il 6-2 6-0 finale.

Rublev concede qualcosa ma batte comunque Quiroz in tre set. Tanta confusione anche nel Gruppo C con la Gran Bretagna che punta la qualificazione e che butta fuori la Francia di Mannarino e Rinderknech. A rendere accettabile il passivo per i transalpini ci pensano come al solito Herbert e Mahut.

Una chance anche per la Repubblica Ceca, che per rimettersi comunque nelle condizioni di passare come migliore seconda dovrebbe a ogni modo battere in maniera piuttosto netta la Gran Bretagna. Al Pala Alpitour di Torino va in scena la sfida tra Ungheria e Australia.

Già fuori, nonostante il 2-1 che matura nel doppio decisivo. Piuttosto definite le gerarchie del Gruppo D: alla Croazia basta infatti un singolo successo contro l'Ungheria per raggiungere l'Italia. USA e Colombia avrebbero parallelamente bisogno di un 'miracolo' per rientrare nel gruppone delle migliori seconde. Photo Credit: Getty Images