Formato multisede per la Davis Cup, Torino presenta la sua candidatura



by   |  LETTURE 741

Formato multisede per la Davis Cup, Torino presenta la sua candidatura

Le finali della Coppa Davis 2019 a Madrid, le prime con il nuovo format introdotto dalla Kosmos Group guidata dal calciatore Gerard Piqué, che ha cambiato le regole della competizione tradizionale, hanno avuto gravi problemi nella programmazione, con orari serrati e partite terminate all'alba.

Di fronte a questi ostacoli era necessario un intervento a livello organizzativo che permettesse di risolvere i problemi evidenziati da tutti i tennisti partecipanti. Le modifiche in arrivo per le prossime edizioni vedranno le finali diventare un evento della durata di undici giorni invece di sette (l'edizione 2021 si giocherà dal 25 novembre al 5 dicembre), si passerà dalle 18 alle 16 squadre al via.

Le proposte di Kosmos e della ITF (International Tennis Federation) "mirano a migliorare il calendario dei giocatori, migliorare l'esperienza dei tifosi e portare la competizione a un pubblico più ampio"

Il formato multisede per le finali spingerebbe due città europee a unirsi a Madrid come ospitanti nel 2021. Con questo approccio da parte degli organizzatori, le due nuove città ospiterebbero due fasi a gironi e un crossover dei quarti di finale ciascuna.

Torino avanza la sua candidatura

Kosmos Tennis ha lanciato una gara d'appalto per designare un elenco di potenziali città europee che potrebbero unirsi a Madrid come sede delle finali della Coppa Davis 2021. La decisione finale sul formato sarà presa non prima del mese di marzo sulla base delle proposte ricevute e della situazione legata alla pandemia da Covid-19.

Il direttore del torneo Albert Costa ha confermato la consistenza della proposta elencando i vantaggi di una manifestazione divisa in tre città, ed è logico dedurre che sia già più di una ipotesi.

Così come più di una ipotesi sembra essere l’approdo della Davis a Torino. La Gazzetta dello Sport ha dato per certo il fatto che la FIT abbia già presentato la candidatura, mentre su Tennisitaliano si legge che oltre a Torino c’è la certezza anche per Vienna.