Davis Cup - La Serbia di Djokovic ai quarti! Pospisil show, Canada in semi


by   |  LETTURE 1558
Davis Cup - La Serbia di Djokovic ai quarti! Pospisil show, Canada in semi

La Serbia di Novak Djokovic non trova particolari ostacoli sulla strada per i quarti di finale. A regalare la tranquillità nello spareggio con la Francia nel Gruppo A è Filip Krajinovic. Forte di un bottino di 7-2 in Davis (manco a dirlo anche da una buonissima stagione sotto i tetti) il serbo sembra avere un piano tattico più ricco di Jo-Wilfired Tsonga sin dalle prime battute.

Non a caso si affaccia sullo 0-40 nel settimo game e si ripete nell'undicesimo. La spallata decisiva la assesta comunque alla settima opportunità utile, con un vincente di dritto, praticamente a un passo dal primo piccolo traguardo.

Si rivela sostanzialmente inutile il tentativo di rimonta del veterano francese, vicino al break nel cuore del secondo set e decisamente meno conservativo nelle scelte tattiche nel tentativo di non dare troppi punti di riferimento negli scambi prolungati, battuto comunque al tie break dopo poco più di due ore di gioco.

Il punteggio finale è di 7-5 7-6(5). Il ruolo di Anti-Djokovic nel cuore della giornata deve ricoprirlo Benoit Paire. In una sfida sostanzialmente inutile per la nazionale francese. Il numero due del mondo passa comunque con un rapidissimo 6-3 6-3 (nonostante qualche sbavatura in avvio) rafforza ovviamente la leadership nel team e prenota la sfida con Karen Khachanov e la Russia.

Una delle due migliori seconde. Ininfluente ai fini del risultato finale anche il successo di Herbert e Mahut. L'assenza di Sir Andy Murray non crea particolari disturbi alla Gran Bretagna. Vincolata ovviamente dalla vittoria nello spareggione con il Kazakistan nel Gruppo E.

Kyle Edmund indossa i panni del numero uno in maniera estremamente elegante e abbatte di fatto la resistenza di Mikhail Kukushkin con un periodico 6-3, Alexander Bublik ricompatta invece lo score grazie a un successo in rimonta ai Daniel Evans.

Spazio essenziale nel cuore della giornata se lo assicura quindi il doppio. La nazionale kazaka si affida agli stessi due, singolaristi nella fattispecie, Leon Smith schiera invece Jamie Murray e Neal Skupski. Due specialisti nella categoria.

Praticamente inevitabile il 6-1 6-4 che la coppia britannica costruisce alla soglia dell'ora di gioco. Ad aspettare ai quarti ci sarà adesso la Germania. Con la vittoria di Philipp Kohlschreiber ai danni di Nicolas Jarry in apertura di giornata la nazionale capitanata da Michael Kohlmann blinda infatti la prima posizione nel Gruppo C.

Assolutamente circostanziali, poi, gli altri due incontri. Con Christian Garin che supera nella battaglia dei tie break Jan Lennard Struff e la coppia Krawietz/Mies che fissa il punteggio sul 2-1 grazie a una rapida vittoria sulla coppia formata da Barrios e Tabilo.

Australia e Canada occupano invece la Scatola Magica nella sessione serale. Lleyton Hewitt panchina Nick Kyrgios, le chiavi della squadra le lascia infatti in mano a John Millman e Alex de Minaur in occasione dei quarti di finale.

Dall'altra parte, in ordine di presenza, Vasek Pospisil e Denis Shapovalov non scendono di un gradino nelle gerarchie del lotto. Il giustiziere di Fabio Fognini, impeccabile anche contro Opelka, alla collana dei successi settimanali non aggiunge solo la terza perla.

Con un roccioso 7-6(5) 6-4 crea le condizioni per regalare al Team Canada la vittoria. Anche perché tutte le circostanze sembrano favorire il 2-0, con "Shapo" che in un primo set praticamente povero di macchie fa la differenza nella sfida tra Next Gen.

Sulla distanza, comprensibilmente, di armi sufficientemente valide per abbattere la resistenza del diavoletto australiano non ne trova. Complice una strategia meno conservativa, e una maggiore percentuale di punti con la prima palla, il talentino aussie costruisce in maniera praticamente perfetta la rimonta e con un gancio sul 5-5 nel terzo set (figlio di uno studio accuratissimo) spezza gli equilibri e sigilla sul 3-6 6-3 7-5 il successo.

Pospisil è però il personaggio che meglio di tutti incarna lo spirito della Davis nella settimana delle novità. Nel doppio decisivo, che gioca ovviamente insieme al fido compagno di singolare, riveste anche il ruolo del protagonista.

Il Canada trova la coppia Peers-Thompson, rodata ma non troppo, archivia piuttosto facilmente la pratica primo set e con un mega-parziale di 5-0 pone rimedio anche a una falsa partenza nel secondo. Quando scocca la mezzanotte il punteggio sul tabellone luminoso è fisso sul 6-4 6-4.

Che semifinale sia per il Canada. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images