Simona Halep: "non giocherò la nuova Fed Cup"


by   |  LETTURE 2225
Simona Halep: "non giocherò la nuova Fed Cup"

Come successo per la Coppa Davis maschile, anche la Federation Cup rischia, sulla falsa riga, di essere stravolta. E ritrovarsi ad essere un evento per nazioni, ospitato da una sola città. Si aspetta l’annuncio dell’International Tennis Federation ( ITF), ma se ciò dovesse avversarsi, ecco già la prima voce dissidente.

Simona Halep, ex numero uno al mondo e vincitrice dell’ultima edizione di Wimbledon, dichiara apertamente che si tirerebbe fuori, in caso di stravolgimento: “ Se la Fed Cup cambia, non giocherò più.

Mi piace molto il formato attuale, la Fed Cup per me significa giocare in casa e fuori”. Simona Halep, 27 anni, ha giocato 19 incontri con la Romania e l’ha portata in semifinale quest’anno, poi sconfitta in un epico scontro con la Francia.

La rumena ammette che non è stata contattata dall’ITF per sapere il suo punto di vista: “in caso l’ITF dovesse chiedermi un’opinione, la darò”. La Coppa Davis è stata stravolta da quest’anno, con partite casalinghe e fuori casa solo al primo turno.

Logica vuole che possa accadere la stessa cosa per la Fed Cup. Ma è proprio questo il punto dolente: “ho giocato per molti anni in Fed Cup e la sensazione migliore è giocare davanti al pubblico di casa, con le persone che vengono a tifare te e tu devi gestire le emozioni e la pressione”.

Già, le emozioni di giocare davanti alla tua gente. Quelle di giocare con il pubblico tutto per l’avversario. E’ sempre stato il sale, il significato primo della Coppa Davis e quindi della Fed Cup. La decisione, meramente economica, di ridurre tutto ad una esibizione a squadre rischia di uccidere entrambe le storiche manifestazioni.