Kaia Kanepi chiede 100.000 euro per giocare in Fed Cup


by   |  LETTURE 2392
Kaia Kanepi chiede 100.000 euro per giocare in Fed Cup

L'interesse dei top player per giocare la Coppa Davis o Fed Cup sta diminuendo sempre più. Molti preferiscono concentrarsi sulla propria carriera nei rispettivi circuiti e di approfittare dei weekend senza tornei per tirare il fiato. Rientra in questo gruppo l'estone Kaia Kanepi, che ha dato forfait per le sfide di Serie C della zona Europa-Africa per un presunto malessere su cui ci sono tanti dubbi visto che alla vigilia della sfida aveva chiesto 100.000 euro per giocare, attraverso la sponsorizzazione del brand Tallink, il cui accordo con la federtennis prevede la presenza in Fed Cup.

Il motivo di una richiesta così eccessiva? Con quei soldi avrebbe pagato il suo coach Dušan Vemic, che fino allo scorso anno era nello staff tecnico di Novak Djokovic, e i restanti membri del suo team. Il capitano della squadra estone Marten Tamla ha così commentato il triste accaduto: "Sono molto deluso, normale chiedere denaro per giocare in Fed Cup, ogni giocatrice riceve un compenso. La Kanepi mi aveva detto che era disponibile a giocare, previo accordo economico. Ma non pensavo che avrebbe chiesto una cifra così astronomica.

Chiedere 100.000 euro per giocare in nazionale non è normale, sembra quasi un messaggio indiretto per dire che non vuole giocare. Sinceramente, mi sembrano troppi anche 50.000. Domandando in giro, la cifra più alta che ho sentito sono i 30.000 euro che prenderanno Ostapenko e Sevastova. Voglio dire: se arrivi in semifinale in un WTA Premier prendi 39.000, se vinci una tappa International il premio è di 43.000$”.

E così, seppur Anett Kontaveit abbia giocato, l'Estonia non ha ottenuto la promozione, vincendo contro il Portogallo prima di perdere dalla Gran Bretagna di Johanna Konta.