DAVIS CUP FED CUP

DAVIS CUP PLAYOFFS - L'Australia chiude i conti insieme alla Spagna, impresa Belgio nel doppio. Ok Giappone e Svizzera

-  Letture: 783

INDIA - SPAGNA 0-3 La Spagna griffa la sua permanenza in serie A grazie al successo 3-0 sull’India, a cui non è bastata l’esperienza dell’ultraquarantenne Paes per aggiudicarsi il doppio.

I campioni olimpici Nadal/Lopez hanno superato per 4-6 7-6(2) 6-4 6-4 Paes/Myneni , punteggio maturato al termine di una sfida in cui se si eccettua la sofferenza iniziale gli iberici hanno sempre controllato con agio.

A contrapporsi però è stata anche una grandissima prestazione di Rafa Nadal, i cui problemi al polso oggi non si sono sinceramente visti, e la splendida classe del suddetto Paes, autore nonostante l’età di colpi a dir poco sublimi.

Il 14 volte campione Slam potrà inoltre conservare preziose energie finalizzate al recupero, dettaglio non trascurabile ma che sicuramente getterà nello sconforto il foltissimo pubblico indiano giunto a Nuova Delhi per apprezzarne le gesta.

AUSTRALIA-SLOVACCHIA 3-0 L’Australia chiude la pratica contro la Slovacchia per 3-0 vincendo in quattro set il doppio che gli regala la permanenza nel World Group. Il duo formato da Groth/Peers ha sconfitto Martin/Zelenay con lo score di 6-4 6-2 6-7(3) 7-6(2), al termine di una sfida in cui i padroni di casa si sono complicati un po’ la vita nel terzo parziale prima di ritrovare lucidità e affiatamento.

Perfetta dunque la combinazione di stili, che mescola la potenza del primo con il tocco del secondo. BELGIO-BRASILE 3-0 Il Belgio, finalista della passata edizione, si garantisce la permanenza nel World Group dopo appena tre partite; è risultata decisiva infatti l’affermazione del tutto inattesa nel doppio odierno.

Ci si aspettava infatti che la coppia Melo/Soares accorciasse le distanze contro i meno quotati Bemelmans/De Loore, ed invece i padroni di casa hanno finito per imporsi 3-6 7-6(5) 4-6 6-4 6-4 nonostante un parziale inaugurale che sembrava lasciar presagire ad un assolo carioca.

Buona performance quella messa in scena dalla coppia belga, ma non si può far a meno di notare la giornata no dei loro avversarsi, forse arrivati con il morale già molto basso dopo il 2-0 maturato ieri. GIAPPONE 3-0 UCRAINA Si conclude per 3-0 anche il tie tra Giappone e Ucraina, risultato al quale ha sicuramente contribuito la scelta dei nipponici di schierare la carta Nishikori dopo il forfait di ieri.

Quest’ultimo, in coppia con Sugita, ha ammainato le resistenze del duo Stakhovsky/Smirnov grazie ad un perentorio 6-3 6-0 6-3, dando così la possibilità al semifinalista degli Us Open di riposare nella giornata di domani.

Una disfatta pesante per un’Ucraina certamente sfavorita alla vigilia, ma da cui ci si attendeva senza dubbio una resistenza maggiore. UZBEKISTAN-SVIZZERA 1-2 Dopo l’1-1 maturato ieri tra Svizzera e Uzbekistan il doppio odierno poteva rappresentare il vero spartiacque, e i campioni del 2014 non erano di certo i favoriti sulla carta.

Eppure l’insolito duo Bossel/Laaksonen, con quest’ultimo preferito a Nikles, doma piuttosto agevolmente Dustov/Istomin per 6-4 6-2 7-6(2), mettendo una pietra importante alla permanenza nel World Group.

I padroni di casa sono stati traditi da Istomin, autore di una prestazione molto sottotono, nonostante fosse proprio lui il giocatore con maggior esperienza e talento tra i quattro. L’impressione è che la vittoria di oggi sposti nettamente l’inerzia dalla parte degli uomini guidati da Luthi.

RUSSIA-KAZAKHSTAN 1-0 Ancora sull'1-0 la sfida tra Russia e Kazakhstan già rimandata ieri e oggi sospesa per oscurità. Kuznetsov ha superato Nedovyesov con lo score di 6-3 6-4 5-7 7-5 nel primo singolare, mentre la successiva sfida tra Donskoy e Kukushkin è stata interrotta sulla situazione di due set pari.

GERMANIA-POLONIA 2-1 La Polonia conserva qualche chance di rimanere nel World Group grazie al successo odierno in doppio. Decisiva in tal senso l'affermazione per 6-7(5) 4-6 6-3 6-4 6-2 di Kubot/Matkowski contro il duo Brands/Masur.

.