COPPA DAVIS - Bene Djokovic, Querrey pareggia. Monaco risponde a Tsonga: Francia-Argentina 1-1. Repubblica Ceca 2-0


by   |  LETTURE 5356
COPPA DAVIS - Bene Djokovic, Querrey pareggia. Monaco risponde a Tsonga: Francia-Argentina 1-1. Repubblica Ceca 2-0

Tennis - Equilibrio al termine della prima giornata al Parque Roca di Buenos Aires tra Argentina e Francia. Nel secondo match di giornata Juan Monaco ha infatti battuto Gilles Simon per 7-6(2) 6-4 6-2 in 2 ore e 30 minuti di gioco.

Il francese ha servito per il primo parziale sul 6-5, ma da là ha poi sciolto, complice un problema alla parte bassa della schiena, consentendo all'argentino di far suo un match decisamente brutto. Curiosamente, Monaco è alla terza vittoria stagionale in Davis (le altre due nei match di singolare con la Germania), ma ancora a secco a livello ATP.

Più equilibrato il primo match. Nonostante il consueto grande tifo del pubblico argentino, Carlos Berlocq non riesce però ad avere la meglio su un discontinuo Jo-Wilfried Tsonga, che viene fuori da più di una brutta situazione e chiude per 4-6, 6-2, 6-3, 5-7, 6-2 dopo 4 ore di gioco.

Il francese emerge dopo un primo set sofferto, caratterizzato da un bruttisimo inizio, che lo vede lento nei movimenti e incapace di trovare traiettorie e confidenza col campo. Ne approfitta un esplosivo Berlocq che, nonostante i tanti gratuiti (14) e un servizio poco efficace (4 doppi falli) mette in mostra un'aggressività che manda in seria difficoltà l'avversario.

Dopo un primo parziale in sordina, Tsonga però alza il proprio livello già a partire da inizio secondo set. Pur con un rovescio che spesso lo tradisce, il francese si fa più solido da fondocampo e ribalta a suo favore tutti i fondamentali: vincenti (11 a 2) e punti sulla prima di servizio (13 su 14).

Tsonga domina fino al 4*-3 del quarto set, quando incappa in un momento di poca lucidità e si fa recuperare un break di vantaggio da Berlocq, il quale, galvanizzato dal pubblico, approfitta dei tanti errori dell'avversario (e di un suo calo brusco al servizio, con le prime scese al 50%) e porta tutto al quinto set, concretizzando un'esemplare reazione di carattere.

L'argentino, però, arriva scarica al parziale decisivo e lascia vita facile ad uno Tsonga tornato alla fine concreto con 16 splendidi vincenti. Novak Djokovic parte lento, ma regala il primo punto alla Serbia contro gli Stati Uniti: il numero 1 del mondo batte John Isner per 7-6(5) 6-2 7-5 in 2 ore esatte di gioco.

L'avvio del match sembra poter riservare qualche difficoltà al serbo, che subisce subito il break del gigante americano; come una scossa, però, Nole alza il livello del suo tennis, e riesce a recuperare lo svantaggio per poi far suo il tie break.

Secondo set senza storia, Isner si aggrappa al servizio nel terzo set, ma ad un passo dal secondo tie break del match cede. A pareggiare i conti ci pensa Sam Querrey, che rimonta contro Troicki e al quinto set riesce ad avere la meglio: 7-6 3-6 4-6 6-1 6-4 il punteggio finale, e doppio che diventa decisivo.

Tutto facile, invece, per la Repubblica Ceca campione in carica, con Jan Hajek e Lukas Rosol che portano avanti il proprio paese per 2-0, sconfiggendo rispettivamente Mikhail Kukushkin (6-3, 6-2, 6-4) e Andrej Golubev (4-6, 6-4, 6-2, 7-6(6)), quest'ultimo protagonista nel 2011 della storica impresa della propria nazione proprio contro i cechi di Tomas Berdych, eliminati quell'anno già agli ottavi di finale.

RISULTATI USA-Serbia 1-1 N. Djokovic (SRB) d. J. Isner (USA) 76(5) 62 75 S. Querrey (USA) d. V. Troicki (SRB) 76 36 46 61 64 Repubblica Ceca - Kazakistan 2-0 J Hajek (CZE) d. M Kukushkin (KAZ) 63 62 64
L Rosol (CZE) d. A Golubev (KAZ) 46 64 62 76(6) Argentina - Francia 1-1 J.

Wifried Tsonga (FRA) d. C Berlocq (ARG) 46 62 63 57 62 J. Monaco (ARG) d. G. Simon (FRA) 76(2) 64 62