Gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni di Carlos Alcaraz

Lo spagnolo sta cercando di recuperare dall'infortunio all'avambraccio

by Antonio Frappola
SHARE
Gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni di Carlos Alcaraz
© Clive Brunskill/Getty Images

È un momento della stagione in cui i dubbi intorno ai più forti giocatori del circuito stanno forse rubando la scena agli eventi che precedono il Roland Garros. In ordine di classifica, Novak Djokovic ha giocato solo due tornei sulla terra battuta senza mai brillare sia dal punto di vista tennistico che motivazionale.

Il campione serbo si è presentato a Montecarlo mantenendo un profilo basso e ha raggiunto la semifinale esprimendo un livello non all'altezza delle aspettative. A Roma, nemmeno il risultato è riuscito a consolarlo, perché è stato eliminato al terzo turno da Alejandro Tabilo.

I problemi all'anca hanno invece costretto Jannik Sinner a non scendere in campo nel match valido per l'accesso alle semifinali del Mutua Madrid Open e a saltare - con una decisione molto sofferta - gli Internazionali BNL d'Italia.

Anche Carlos Alcaraz non trova pace con l'infortunio all'avambraccio.

Gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni di Carlos Alcaraz

Dopo la sconfitta contro Grigor Dimitrov a Miami, lo spagnolo ha disputato solo il torneo di Madrid arrendendosi al dolore e ad Andrey Rublev ai quarti di finale.

Dolore che lo ha portato a dare forfait a Roma per cercare di recuperare in tempo per il Roland Garros. Stando a quanto riportano i media in Spagna, Alcaraz ha iniziato la settimana al Country Club di Murcia dove ha dato il via alla fase successiva della riabilitazione.

Il 21enne sta lavorando sul dritto in particolare, aumentando l'intensità del colpo in maniera graduale. I progressi lascerebbero ben sperare, ma sarà solo il tempo a fornirgli le risposte necessarie. A monitorare la situazione anche il suo coach Juan Carlos Ferrero, pronto a conferirgli fiducia con il passare dei giorni.

Alcaraz sembra infatti ancora titubante quando colpisce il dritto e la paura di doversi fermare nuovamente è tanta. Secondo il programma stabilito dal team, l'attuale numero tre del mondo dovrebbe recarsi a Parigi il prossimo 22 maggio e testare le sue condizioni.

Da uno spagnolo all'altro, anche Rafael Nadal farà il massimo per esserci a Parigi, il torneo in cui ha fatto la storia registrando l'incredibile record di 14 successi.

Carlos Alcaraz
SHARE