Roddick: "Alcaraz deve inserire più Djokovic nel suo gioco e diventare più noioso"

L'ex numero 1 del mondo nel suo Podcast parla dei margini di miglioramento che vede in Carlos Alcaraz

by Andrea Tebaldi
SHARE
Roddick: "Alcaraz deve inserire più Djokovic nel suo gioco e diventare più noioso"
© Al Bello-Getty Images

Andy Roddick, ex giocatore statunitense e campione degli Us Open 2003, parla di Carlos Alcaraz. E lo fa nel suo notissimo Podcast "Serve with Andy Roddick". L'ex numero 1 del mondo elogia il tennista spagnolo ma trova anche degli aspetti nei quali può migliorare.

"Se Alcaraz – spiega Roddick - è quasi una combinazione di Federer, Nadal e Djokovic, penso che diventerà la versione migliore di se stesso quando avrà un po' più Novak nel suo gioco, quando renderà le cose un po' più noiose".

Roddick: ”La versione migliore di Carlos verrà fuori quando non avrà bisogno di essere sempre spettacolare”

Roddick nel suo Podcast ha affermato che "la versione migliore di Carlos verrà fuori quando non avrà bisogno di essere sempre spettacolare".

“Nella nostra generazione si guardava Roger per quello che sapeva fare con la racchetta. Aveva grazia, tirava fuori dei colpi tali che sembrava stesse giocando ai videogiochi. Rafa era l'esempio perfetto della fisicità e dello spin.

E Novak è come un lottatore che ti prende e non ti molla più". "E ora – continua Roddick - Alcaraz è quasi come una combinazione di tutti e tre. Sta ancora trovando la sua strada. Penso che la versione migliore di se stesso sarà quando inserirà un po' più Novak nel suo gioco, rendendo le cose un po' più noiose e non sia spettacolare in ogni momento".

"Quando ero con Andre Agassi a Las Vegas, chiude Roddick riferendosi all'esibizione di inizio marzo giocata contro Nadal - è più o meno quello che ha detto: è così spettacolare che il prossimo successo sarà forse diventare un po' più noioso in campo".

Carlos Alcaraz
SHARE