Carlos Alcaraz, che numeri sulla terra battuta: il dato impressionante sullo spagnolo

Rafael Nadal ha trovato probabilmente il suo erede su questa superficie?

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Carlos Alcaraz, che numeri sulla terra battuta: il dato impressionante sullo spagnolo
© Marcelo Endelli/Getty Images

Nonostante appaia ancora leggermente indietro di condizione, Carlos Alcaraz ha raggiunto la semifinale a Buenos Aires. Lo spagnolo, campione in carica nel torneo Atp 250 argentino, ha battuto l’azzurro Andrea Vavassori e si è guadagnato un posto tra i migliori 4.

La sua versatilità su tutti i campi è cosa nota. È riuscito a 20 anni a vincere uno slam sul cemento (Us Open), uno sull’erba (Wimbledon), in attesa di compiere il grande passo anche sulla terra battuta, al Roland Garros.

Questa superficie, nonostante non l'abbia visto ancora trionfante a Parigi, è la più redditizia per lui. Lo dicono i numeri. Dal luglio 2021, il giocatore di Murcia ha vinto 59 volte in un totale di 67 partite giocate, in un totale di 15 tornei disputati.

Dati impressionanti che testimoniano quanto l’ex numero uno abbia particolare dimestichezza su questi campi. Alcaraz ha poi raggiunto la finale in 10 di essi e ha vinto il titolo in 7. Inoltre, ha vinto almeno un set in 66 dei suoi ultimi 67 giocati.

Unica eccezione nella sconfitta contro Marozsan a Roma.

Il peso della pressione secondo Alcaraz

"Devi saper gestire i momenti, la pressione generata dai tifosi che pensano sempre che tu debba vincere. Devi fare i conti con il fatto di essere il favorito nei tornei a cui vai, anche se cerco di non pensare troppo.

Cerco di divertirmi con il mio gioco, mettendo in pratica ciò che alleno ogni giorno. È così che vinco le partite", ha dichiarato. Ora testa al prossimo avversario, Jarry, un altro tennista che dispone di un grande servizio: ""È difficile giocare contro un giocatore che ha un ottimo servizio, vedremo come andrà la partita.

Nel primo set è stato molto difficile per me interpretare la distanza a cui dovevo rispondere, se più avanti o più indietro. Devo studiare questi fattori dall'inizio della partita. Cercherò di dare il massimo, attaccando il più possibile la seconda di servizio e tirando fuori la mia migliore versione in generale" ha concluso.

Carlos Alcaraz Rafael Nadal
SHARE