Panatta critico su Alcaraz: "Si è involuto. Sinner mentalmente è di un altro livello"

Panatta si è espresso sul calo del campione di Wimbeldon

by Nicola Penta
SHARE
Panatta critico su Alcaraz: "Si è involuto. Sinner mentalmente è di un altro livello"
© Julian Finney/Getty Images

Nel podcast ‘La Telefonata’ condotto da Adriano Panatta insieme all’amico Paolo Bertolucci oggetto di discussione è stato Carlos Alcaraz. Il campione del Roland Garros del 1976 ha espresso il proprio pensiero sul calo vistoso dello spagnolo iniziato alla fine del 2023.

Il classe 2003 dopo la vittoria a Wimbledon contro Novak Djokovic ha preso parte ad una sola finale (Masters 1000 di Cincinnati persa contro Djokovic,ndr.) negli ultimi 8 tornei disputati.

Panatta critica Alcaraz

L’attuale numero 2 della classifica mondiale e vincitore di 2 Slam è uscito sconfitto nei quarti di finale contro Zverev in un match in cui non ha giocato al meglio delle proprie capacità apparendo molto contratto e falloso nel corso dei primi due set.

Il teutonico ha poi perso con Daniil Medvedev che ha raggiunto Jannik Sinner in finale. L'altoatesino ha eliminato il 24 volte campione Slam Novak Djokovic (il serbo non perdeva in Australia da oltre 2000 giorni,ndr.). Panatta ha sottolineato la leggera flessione del campione di El Palmar e la differenza attuale con il tennista originario di San Candido Jannik Sinner dichiarando: “Alcaraz non si è evoluto, ma si è involuto.

Ha un atteggiamento in campo abbastanza bizzarro. Non lo vedo determinato come due anni fa: ride, scherza, sembra che non gliene frega niente. Non so cosa abbia questo ragazzo ma, secondo me, lui deve ancora decidere che tipo di giocatore lui è.

A livello di testa è indietro. Sinner è un’altra categoria ed è della stessa pasta di Djokovic”. Alcaraz sarà chiamato ad un cambio di marcia per difendere i tanti punti in ballo in questa prima parte di 2024; la finale all ‘ATP 500 di Rio de Janeiro persa con Cameron Norrie,la vittoria del Masters 1000 di Indian Wells contro Medvedev, la semifinale nel Masters 1000 di Miami, il titolo nell’ATP 500 di Barcellona conquistato contro Stefanos Tsitsipas e quello nel Masters 1000 di Madrid.

Alcaraz
SHARE