Carlos Alcaraz sulla rivalità con Jannik Sinner: "A golf lo batto di sicuro"



by LUCA FERRANTE

Carlos Alcaraz sulla rivalità con Jannik Sinner: "A golf lo batto di sicuro"
Carlos Alcaraz sulla rivalità con Jannik Sinner: "A golf lo batto di sicuro" © Dean Mouhtaropoulos/Getty Images

Sono tanti a definirla la rivalità più interessante del futuro del tennis, ma anche del presente considerando che i due si sono affrontati ben 7 volte nel circuito maggiore Atp. Jannik Sinner e Carlos Alcaraz sono i principali riferimenti della nuova generazione e stanno regalando tantissimo spettacolo nel tour in questi mesi.

Alcuni scontri diretti sono già nella storia, come la battaglia clamorosa di 5 set agli Us Open 2022 che ha poi regalato il primo titolo del Grande Slam allo spagnolo. Quest'anno l'italiano è avanti 2-1 nei precedenti, che potrebbero aumentare se si incrociassero alle Finals di Torino (i fan non vedono l'ora): dopo la sconfitta a Indian Wells, il nativo di San Candido si è preso la rivincita a distanza di due settimane a Miami e in quel di Pechino è riuscito a imporsi dominando per lunghi tratti il match.

Alcaraz a 'La Stampa'

Il giocatore iberico allenato da coach Juan Carlos Ferrero ha rilasciato un'interessante intervista al quotidiano italiano 'La Stampa', dopo aver rimediato una brutta sconfitta al Master 1000 di Parigi-Bercy contro il russo Roman Safiullin.

Proprio sull'altoatesino il giovane 20enne numero 2 del mondo ha dichiarato: "Vincere un punto contro Sinner oggi è molto complicato. Ha un dritto e un rovescio incredibile, tutti i suoi colpi sono quasi perfetti. È uno dei tennisti più completi in circolazione" è il parere espresso dal nativo di Murcia.

Carlitos si è lasciato andare anche a una rivelazione: "A golf però sono sicuro che lo batto, anche se non ci siamo ancora incontrati". Il golf sta diventando sempre di più un bel passatempo per i tennisti: dopo Rafael Nadal e Casper Ruud, tanti altri si sono avvicinati alla disciplina.

Fra gli ultimi lo stesso Jannik Sinner, che ha confessato pubblicamente di prendere lezioni da Darren Cahill. Lo spagnolo è atteso in Italia dal 12 novembre per essere tra i protagonisti assoluti della manifestazione riservata ai migliori otto tennisti della stagione: "Wimbledon mi ha cambiato la vita - riferendosi al secondo Slam vinto dopo una finale storica con Novak Djokovic -.

Mi sono perso le Finals del 2022, a Torino ho voglia di esserci e di darmi una chance" ha concluso Alcaraz, che in questa fase conclusiva non ha vinto neppure una partita su cemento indoor.

Carlos Alcaraz Jannik Sinner