Becker: "Carlos Alcaraz è un grande ambasciatore per il tennis, ma è fuorviante..."

Il nuovo coach di Holger Rune ha analizzato il futuro del campione Slam spagnolo, con l'inevitabile paragone con i Big Three

by Martina Sessa
SHARE
Becker: "Carlos Alcaraz è un grande ambasciatore per il tennis, ma è fuorviante..."
© Clive Brunskill/Getty Images

Il circuito Atp ha il nuovo campionissimo. Si tratta inevitabilmente di Carlos Alcaraz, che nel 2023 ha implementato ancora di più il suo tennis e il suo palmares. Nuovi trofei importanti, qualche difesa del titolo, secondo titolo Slam, il primo a Wimbledon, e ritorno per qualche settimana in vetta al ranking.

Data la sua crescita sempre più esponenziale, è scontato che Carlos Alcaraz venga paragonato ai Big Three, ovvero a Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer. È così che anche per un altro ex numero uno del mondo e campione Slam, Boris Becker.

È quasi impossibile evitare il confronto con Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer”, ha esordito il nuovo coach di Holger Rune al podcast Eurosport Das Gelbe vom Ball. Becker però vuole frenare anche gli animi.

Il confronto con i Big Three

“Ma per favore, dategli il tempo di svilupparsi, in modo che non perda interesse per questo sport, perché abbiamo ancora bisogno di lui per qualche anno. È fuorviante pensare che Carlos possa superare i 20 titoli del Grande Slam.

Sono convinto che 3 giocatori non vinceranno mai più di 20 tornei del Grande Slam contemporaneamente”, ha commentato ancora il tre volte vincitore del torneo di Wimbledon. Il paragone a livello di titoli è ancora un miraggio secondo ‘Bum Bum’, non può negare che Carlos Alcaraz possa comunque guidare il tennis maschile nel futuro.

“È molto importante per il panorama tennistico, un grande ambasciatore. Inoltre, ultimo ma non meno importante, un ottimo successore del Big 3”, ha concluso Becker. Un messaggio che il tedesco aveva già mandato dopo la vittoria dello spagnolo a Wimbledon: "Chi può prendere lo scettro del mondo? Beh, credo che tutti noi pensiamo allo stesso nome e lo abbiamo già nominato diverse volte.

Alcaraz l'ha conquistato, credo che tutto il mondo sia grato di aver visto un giocatore così giovane dalla Spagna, così simpatico, fresco e con uno sguardo così innocente. È un giocatore che fa tutto come se fosse la cosa più naturale del mondo”, aveva dichiarato.

Carlos Alcaraz Holger Rune
SHARE