Parla il coach di Hurkacz: "Per battere Alcaraz devi uscire dalla tua comfort zone"

Il coach del tennista polacco ha presentato la sfida contro il numero uno del mondo

by Antonio Frappola
SHARE
Parla il coach di Hurkacz: "Per battere Alcaraz devi uscire dalla tua comfort zone"

Quello tra Carlos Alcaraz e Hubert Hurkacz, almeno sulla carta, sarà sicuramente l’ottavo di finale più interessante che si disputerà quest’oggi al Masters 1000 di Toronto. Il polacco ha dimostrato di poter tenere testa ai migliori tennisti del mondo e ha seriamente messo in difficoltà un campione del calibro di Novak Djokovic a Wimbledon.

Il cemento si adatta perfettamente al suo tennis e non è un caso il fatto che abbia raggiunto il suo più grande risultato proprio su questa superficie. Hurkacz ha conquistato il suo primo 1000 a Miami nel 2021 battendo in finale Jannik Sinner.

Alcaraz, da parte sua, ha aperto una striscia di 13 successi consecutivi e ha perso la sua ultima partita al Roland Garros contro Djokovic lo scorso 9 giugno.

L'allenatore di Hurkacz presenta la sfida con Alcaraz

Craig Boynton, attuale allenatore di Hurkacz, ha presentato la sfida tra lo spagnolo e il suo allievo al sito ufficiale dell’ATP.

"Più la partita si allunga, meglio è per Hubi che possiede armi difficili da neutralizzare. Ma ovviamente tennisti di questo calibro riescono a neutralizzare ogni colpo, quindi devo fare uno step ulteriore. Hubi ha un servizio incredibile.

Quando questo colpo funziona, può sempre tenere il servizio contro chiunque. Quando prepari una partita contro un big server, ti aspetti sempre che ci sia un game in cui le cose con la prima di servizio non vadano bene.

Proprio in quel momento entrano in gioco schemi e tattiche: tutto si bilancia ed è lì che devi essere bravo" , ha spiegato l'allenatore di Hurkacz. "La velocità media dei colpi di Alcaraz è superiore a qualsiasi altro giocatore.

Ha una mobilità magnifica, inoltre. Non solo si muovo bene, è anche in grado di anticipare i colpi. La sua visione di gioco è davvero incredibile. Non ha punti deboli e sembra eccellere in tutto. Ci sono pochi giocatori, come Djokovic, contro cui Hubi ha giocato sei o sette volte e non ha mai battuto.

Quando affronti questi tennisti, devi sederti e dire: 'Ok, dobbiamo cambiare qualcosa' . Devi uscire dalla tua zona di comfort per batterli" . Photo Credit: EFE .

Alcaraz
SHARE