Tartarini: "Alcaraz è un marziano ma non credo possa battere Djokovic a Wimbledon"

Il coach italiano esalta il best ranking del suo atleta e commenta l'ultima sconfitta contro Rune

by Luca Ferrante
SHARE
Tartarini: "Alcaraz è un marziano ma non credo possa battere Djokovic a Wimbledon"

Due quarti di finale raggiunti nei tornei di preparazione su erba, perdendo rispettivamente contro Frances Tiafoe a Stoccarda e Holger Rune al Queen's. Lorenzo Musetti può ritenersi soddisfatto di come stia interpretando questa breve parte di stagione su erba, in cui ha già ottenuto importanti punti che gli hanno consentito di diventare il numero 15 al mondo (best ranking).

Ora il nativo di Carrara si concentrerà esclusivamente sul prestigioso appuntamento di Wimbledon, nel quale cercherà di dare il massimo per superare quanti più turni possibili.

L'analisi di Tartarini

Coach Simone Tartarini ha espresso alcune interessanti considerazioni in un'intervista rilasciata a OA Sport.

In merito all'ultima sconfitta dell'azzurro, il tecnico italiano ha sottolineato: "Dopo il trattamento al polso, Rune non tirava come prima e lui non ha messo più una palla in campo. Ha buttato un set e questa cosa l’ha condizionato mentalmente".

Sono diversi i miglioramenti che il toscano è riuscito a mostrare in queste settimane: "È sicuramente cresciuto in consapevolezza e inizia a eseguire il piano di gioco con maggior precisione. Non ha ancora la dovuta continuità e i suoi stati emotivi possono condizionarlo" ha spiegato.

In vista di Wimbledon, l'allenatore ha svelato come Novak Djokovic sia il candidato principale alla vittoria finale del torneo londinese: "È il favorito, del resto ha trionfato nella competizione 7 volte ed è reduce dal successo di Parigi.

Per cui è sicuramente lui il giocatore da battere". Su Carlos Alcaraz non ha dubbi: "È un marziano e ha una capacità di adattamento incredibile. Non è certo un 'erbivoro' e. non penso che possa battere Nole, se dovessero incontrarsi in finale a Wimbledon" ha aggiunto e concluso.

Venerdì 30 giugno Musetti e il suo staff scopriranno dal sorteggio quale sarà il primo avversario da affrontare. Grazie alla 14esima testa di serie, Lorenzo è già certo che non incrocerà un 'Big' prima del terzo turno. Photo credit: Roland Garros.

Alcaraz Wimbledon
SHARE