Alcaraz conquista il Queen's e si candida per Wimbledon: "Sull'erba ho molte armi"

Week end perfetto per lo spagnolo, che vince il suo primo torneo su erba e torna numero uno al mondo

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Alcaraz conquista il Queen's e si candida per Wimbledon: "Sull'erba ho molte armi"

Carlos Alcaraz si conferma un campione anche su erba. Mancava solo un titolo su questa superficie per consacrare definitivamente il tennista murciano, e puntualmente è arrivato a Londra, sui campi del Queen’s.

Dopo la tanto chiacchierata battuta d’arresto contro Novak Djokovic al Roland Garros, causata probabilmente da una gestione non ottimale delle forze, è arrivato prontamente il riscatto per il 20enne, che grazie a questo successo è tornato ufficialmente numero uno, scavalcando proprio il fuoriclasse serbo.

Le notizie positive non mancano per Carlos, che a pochi giorni dall’inizio di Wimbledon, terzo major della stagione, sarà testa di serie numero uno e potrà evitare la sfida contro il 23 volte campione slam almeno fino alla finale.

Una notizia importantissima per lui, che rilancia decisamente anche le sue quotazioni al primo titolo all’All England Club, che lui stesso nei giorni scorsi, per abbassare le aspettative, aveva ridimensionato.

Le considerazioni post finale di Carlos Alcaraz

Lo spagnolo ha poi parlare della finale contro Alex De Minaur e delle condizioni climatiche che hanno cambiato un po’ i piani tattici dei due giocatori: “E’ stata una giornata molto difficile, con molto vento.

Dobbiamo adattare il nostro gioco al meglio. Il momento in cui ho salvato le palle break nel primo set è stato difficile per me, ma sapevo che avrei avuto le mie possibilità. Da quel lato avevi più opzioni grazie al vento.

Sono felice di aver salvato quel momento davvero difficile", ha spiegato Alcaraz ai media. Alcaraz, come detto, è al primo torneo vinto su questa superficie. Un successo che gli regalerà sicuramente fiducia in vista di Wimbledon: “Sull'erba mi vedo con molte armi.

Cerco di firmare sempre grandi colpi. Ho migliorato molto il mio servizio. Cerco di dominare sempre con il mio dritto. Oggi il mio servizio è stato un'arma molto utile per me. Ho salvato molti momenti difficili grazie al mio servizio.

È un aspetto su cui ho lavorato negli ultimi mesi e sull'erba è più importante di altri colpi. Mi considero un buon giocatore sull'erba con tutte le armi che ho", ha poi concluso il numero uno. Photo Credit: Official account Instagram Carlos Alcaraz

Alcaraz Wimbledon
SHARE